Supercross 2012 Anaheim (I): Ryan Villopoto ricomincia vincendo

Ryan Villopoto durante le prove in quel di Anaheim
L’AMA Supercross ha celebrato l’inizio della sua stagione 2012: teatro dell’evento inaugurale è stato l’Angel Stadium di Anaheim (California), impianto che ospiterà anche il quinto round di una competizione che fin dall’inizio non ha certo deluso le aspettative dei tanti fans ed appassionati e ha regalato uno spettacolo di altissimo livello tecnico al termine del quale Ryan Villopoto ha conquistato una vittoria decisamente meritata e forse mai in discussione durante l’intero arco della gara.

Il campione mondiale in carica della competizione è scattato ottimamente alla partenza conquistando il primo holeshot stagionale e lasciando gli altri protagonisti a lottare per le posizioni di rincalzo; dietro a Villopoto si sono piazzati nell’ordine Chad Reed e il neoacqusito del team KTM Ryan Dungey, a lungo in lotta con James Stewart (alla fine solo sesto, dietro anche a Justin Brayton e Jake Weimer) per il gradino più basso del podio. 
 
Nella Lites Costa Ovest la prima stagionale è stata invece molto più movimentata ed ha visto alternarsi in testa alla gara numerosi piloti: alla fine, il primo sulla linea del traguardo è stato Cole Seely, che nei primi giri però dovuto lottare con un Tyla Rattray (secondo alla fine) apparso in grande spolvero. Da segnalare anche la grande prestazione di Eli Tomac, terzo dopo una gara tutta in rimonta a causa di una partenza non proprio felice, e il buon quarto porto di Marvin Musquin su KTM
 
Al di là dei troppi infortuni prestagionali, il primo round della competizione ha messo in luce che al momento i rapporti di forza non sono cambiati rispetto a quelli visti durante lo scorso anno: la lunga stagione potrebbe però riservare delle sorprese che per ora non sembrano dietro l’angolo. Da notare anche, ma questa non è una novità, la grande partecipazione del pubblico, presente in massa e decisamente attivo nel supportare i piloti in gara, che ancora una volta non hanno affatto deluso e anzi hanno dato il massimo.