Supercross 2012: Larsen, Byrne e Decotis fermi per infortunio

Trey Canard in azione a Saint Louis
Il Supercross 2012, ormai prossimo alla prima stagionale, dovrà fare i conti con una nuova valanga di infortuni che molto probabilmente decimerà la griglia dei concorrenti che il 7 gennaio prenderanno parte al round di Anaheim, con grave danno per lo spettacolo complessivo di una competizione che riscuote un successo enorme negli States ed un crescente interesse anche a livello europeo, dove per il momento il motociclismo agonistico è ancora nel pieno della pausa invernale.

Dopo l’infortunio di Ken Roczen e quello precedente di Trey Canard, ora è stata la volta di PJ Larsen e Michael Byrne: il primo, compagno di squadra di Malcom Stewart (fratello del più noto James, crossista in forza alla Yamaha) al KTM JDR Motorsports Team, ha riportato la frattura di una mano e quindi sembra destinato a debuttare il 18 febbraio, quando la Lites Costa Est prenderà il via dal Texas. 
 
Per Byrne (Suzuki BTO Team), invece, la situazione è un po’ più complicata: la frattura del naso, i vari traumi e soprattutto il problema ad una vertebra del collo potrebbero anche costringerlo ad un amaro ritiro anticipato dall’AMA Supercross 2012
 
L’ultimo pilota in ordine di tempo ad infortunarsi in allenamento è stato infine Jimmy Decotis, giovane promessa del Honda Geico Team: il crossista si è fratturato entrambe le caviglie e, nella migliore delle ipotesi, sarà al via di una Lites Costa Est che potrebbe essere a questo punto definita il campionato degli infortunati. 
 
Adesso non resta che sperare nello spettacolo dei grandi campioni, visto che i vari Villopoto, Dungey e compagnia sono dati in piena forma (almeno per il momento), anche se mancheranno alcuni outsider che sarebbero sicuramente stati in grado di aggiungere pepe ad una competizione che si annuncia comunque molto intensa e combattuta fino all’ultimo respiro come nella passata edizione, dove Ryan Villopoto ha potuto dirsi certo del titolo solo nelle fasi finali dell’evento.