MotoGP: Yamaha perde Petronas, ma non Lorenzo

Yamaha si prepara all’inizio della stagione 2012 del motomondiale forte del secondo posto conquistato nella scorsa stagione da Jorge Lorenzo ma con l’handicap di non avere per il momento alle spalle uno sponsor di alto livello che le possa garantire un’intera stagione serena dal punto di vista economico, cosa che di questi tempi farebbe decisamente piacere visto il continuo andamento molto negativo delle vendite di due ruote nei mercati tradizionali (Europa e Stati Uniti).

Invece il team MotoGP della casa di casa di Iwata non potrà più contare sul supporto di Petronas, che ha deciso di non rinnovare il contratto che negli scorsi tre anni l’aveva legata alla casa giapponese: la partnership aveva dato ottimi frutti (come dimostrano le due vittorie iridate di Valentino Rossi e di Jorge Lorenzo e il secondo posto conquistato nel mondiale 2011 dallo stesso pilota maiorchino) ma questo non è evidentemente stato d’aiuto al momento di rinnovare. Lin Jarvis apparentemente non ha fatto piega ed anzi ha speso parole di elogio per i partner, ma senza dubbio ora Yamaha dovrà provvedere a cercarsi al più presto un nuovo (e possibilmente ricco) sponsor per la prossima stagione. 
 
A proposito di Lorenzo, anche il suo contratto aspetta di essere rinnovato ma in questo caso non dovrebbero esserci problemi perché l’iberico e la casa nipponica sembrano intenzionati a continuare un sodalizio che di certo sta riservando più di qualche soddisfazione ad entrambi e d’altronde Yamaha sta impostando il suo lavoro proprio intorno a lui e al compagno di squadra Ben Spies, dal quale ci si attende una decisiva maturazione ed una maggiore continuità, due cose che la scorsa stagione sono mancate al pilota americano. 
 
Insomma il 2012 potrebbe vedere, Ducati permettendo, un nuovo duello tra Honda e Yamaha, che però partirebbero a posizione invertite rispetto agli anni scorsi, quando era la casa di Tokyo a dover inseguire gli storici rivali di Iwata.