Motogp: Lorenzo attacca Valentino Rossi

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi
Le note stonate ci sono sempre state e sempre ci saranno. Non c’è da stupirsi dunque se queste voci fuori dal coro risuonino veementi anche contro il savio Valentino Rossi. In questi giorni infatti nonostante la maggior parte dell’opinione pubblica sia impegnata a lodare l’epopea del dottore in sella alla Yamaha (quasi come una celebrazione a fronte del suo passaggio in Ducati), si è levato improvvisamente un coro di critiche scagliate nientepopodimenoché dal mite Jorge Lorenzo. Il pilota spagnolo ha attaccato il collega senza fronzoli, criticandolo sotto il profilo umano.

Ecco nel dettaglio quanto dichiarato dall’attuale leader del campionato motogp 2010: “Non mi piace il muro nel box – ha chiosato il giovane rider – da Valentino mi sarei aspettato di più da un punto di vista umano e un maggiore scambio di informazioni da un punto di vista tecnico. Lui involontariamente mi ha fatto un favore però, perchè la mia squadra ha fatto ancora meglio e non abbiamo accesso ai dati delle telemetrie.”
 
Parole al vetriolo dunque, che tradiscono però una certa codardia (se così si può chiamare). La questione dei box separati era infatti nota da tempi immemori. Pare strano dunque che Lorenzo abbia deciso di esprimere il proprio punto di vista a distanza di svariati mesi dal momento in cui avrebbe dovuto farlo.
 
Probabilmente il buon Jorge avrà pensato a suo tempo di tacere, temendo eventuali ritorsioni di chissà quale genere, e di attendere che fosse fatta luce sul futuro di Valentino in modo da colpirlo senza timori reverenziali con delle dichiarazioni al vetriolo.