Yamaha, ufficiale il nuovo pilota: contratto biennale, prende il suo posto

Grandi novità in casa Yamaha, con il 2024 che si appresta a essere un anno ricco di soddisfazioni anche grazie a un nuovo pilota.

La Yamaha non ha vissuto un 2023 ricco di emozioni e di soddisfazioni, ma sicuramente siamo sempre di fronte a una delle Scuderie più nobili e importanti della storia. Per questo motivo non manca di certo la voglia di potersi migliorare, grazie all’acquisizione di nuovi piloti in tutte le categorie.

Yamaha, cambia il pilota
Yamaha (Ansa – NextMoto)

La casa giapponese fa sul serio e in tutte le grandi categorie ha messo le mani su piloti di altissimo livello. Prima di tutto non è più un mistero come in MotoGP si sia fiondata su Alex Rins, con lo spagnolo che prenderà il posto del nostro Franco Morbidelli.

Anche in MXGP la stagione è stata deludente, perché nonostante il trio delle meraviglie formato da Renaux, Seewer e Coldenhoff, nessuno di questi, per varie ragioni, è stato competitivo. La lotta per il Mondiale è stata tra Prado e Romain Febvre, con il transalpino della Kawasaki che nel 2024 passerà proprio in Yamaha.

Ecco allora come mai i rapporti con la “Verde” si fanno ancora più intensi anche in altre categorie. In SBK la Yamaha ha perso il proprio fenomeno, con Toprak Razgatlioglu che ha firmato a sorpresa un contratto con la BMW, di certo non la Scuderia dominante di questi anni.

Per il turco si tratta di una grande sfida, ma la Yamaha non è ancora certa di lanciare Locatelli come prima guida. Il “Loca” ha bisogno di un maestro accanto a sé e forse nessuno poteva essere migliore dell’acquisto per il 2024.

Rea lascia la Kawasaki: ecco il biennale con la Yamaha

Giunge come un fulmine a ciel sereno l’addio di Jonathan Rea dalla Kawasaki, con il nordirlandese che era stato il portacolori storico della Scuderia. Con tutta probabilità questo addio sta solo a significare che anche per il 2024 la Kawasaki non avrà modo di essere competitiva per le prime posizioni.

Jonathan Rea, passa in Yamaha
Jonathan Rea (Ansa – NextMoto)

Rea è un vincente e per questo motivo di certo non ha intenzione di lasciare spazio alla concorrenza. Jonny ha voglia di vincere ancora e non gli basta essere già il numero uno di tutti i tempi con i suoi sei titoli Mondiali.

Con Razgatlioglu in BMW sa che con tutta probabilità sarà la Yamaha la principale rivale della Ducati per il titolo Mondiale. Sono infatti evidenti i segnali di crescita della Scuderia nelle ultime gare e solo la caduta in Gara 2 in Repubblica Ceca ha tolto Toprak dalla rincorsa al Mondiale.

Il contratto sarà un biennale e ad annunciarlo di recente non è stata solo la Yamaha, ma anche la pagina ufficiale del Mondiale di Superbike. A parlare è stato il Presidente di Yamaha Motor Europe, ovvero Eric de Synes, che si è detto entusiasta dell’annuncio. “Siamo contenti di questa scelta da parte di Rea e vediamo in lui le giuste motivazioni per provare a vincere ancora una volta il Mondiale”.

La Yamaha ha le idee chiare, sa che i miglioramenti sulla R1 sono iniziati da tempo e la moto ha le carte in regola per essere ancora una volta vincente. Chissà cosa accadrà nel prossimo futuro, ma il biennale firmato da Jonathan Rea è una dichiarazione di guerra alla Ducati.

Impostazioni privacy