MotoGP, brutta notizia per la Yamaha: grave infortunio per il pilota

La MotoGP deve fare i conti con un nuovo infortunio, che ha colpito la Yamaha. Ecco chi è che dovrà star fermo.

La carovana della MotoGP è pronta per un nuovo week-end molto intenso, da vivere sul tracciato di Barcellona. Il Gran Premio della Catalogna richiama sempre una grande cornice di pubblico, pronta a sostenere i beniamini in lotta per il mondiale, vale a dire Jorge Martin e Marc Marquez. La Ducati è la grande favorita, ma attenzione all’Aprilia che qui lo scorso anno dominò la scena piazzando una netta doppietta.

MotoGP Yamaha infortunio Mugello pilota
MotoGP Yamaha con Fabio Quartararo in azione a Le Mans (ANSA) – Nextmoto.it

Storicamente, quello del Montmelò è un tracciato molto favorevole anche alla Yamaha, che tanto bene ha fatto in passato, con l’ultima vittoria ottenuta due anni fa da Fabio Quartararo, all’epoca campione del mondo in carica della MotoGP. La casa di Iwata sta cercando di uscire dalla grave crisi tecnica in cui è immersa, e di certo, non potrà essere in bagarre per la vittoria in Spagna. A tutto ciò si aggiunge una vera e propria tegola, con un rider che per infortunio sarà costretto a saltare una gara.

MotoGP, niente Mugello per Cal Crutchlow

Come ben sappiamo, in MotoGP vige la regola delle Wild Card, ovvero, ai team viene data la possibilità di schierare, per 2-3 gare all’anno, una terza moto ufficiale, affidata ad un tester. Al Gran Premio d’Italia del Mugello, la Yamaha avrebbe dovuto schierare Cal Crutchlow, storico pilota che si occupa dello sviluppo della M1, ma i piani sono stati modificati proprio in queste ore.

Cal Crutchlow salta il Mugello
Cal Crutchlow in azione (ANSA) – Nextmoto.it

Infatti, Crutchlow si è infortunato e dovrà saltare la tappa toscana, a causa di un infortunio alla mano destra, che lo ha costretto ad un intervento chirurgico per risolvere il problema. Ad annunciarlo è stato lo stesso team Yamaha, per il quale, in questo periodo, piove davvero sul bagnato. La presenza di una terza moto poteva essere fondamentale per accumulare dati, su una pista tecnica come quella del Mugello.

L’ultima gara di Cruchtlow in MotoGP era stata disputata lo scorso anno a Motegi, nel GP del Giappone, e da quanto si è appreso, la Yamaha non lo sostituirà in Italia, correndo solamente con Fabio Quartararo ed Alex Rins, ovvero i due piloti ufficiali. Tralasciando per un attimo l’aspetto sportivo, non possiamo che augurare al rider britannico una pronta guarigione, nella speranza di rivederlo presto in pista.

Impostazioni privacy