Valentino Rossi, la rivoluzionaria tecnica che tutti gli hanno copiato: che genialata

Quello di Valentino Rossi è stato un impatto eccezionale sul mondo delle due ruote, non solo sul fronte pubblico, ma anche su quello tecnico.

La carriera di Valentino Rossi nel Motomondiale è durata per un quarto di secolo, dal 1996 al 2021, ed è stata un’epopea fatta di successi e momenti indimenticabili. Il pilota di Tavullia ha scritto la storia del motorsport su due ruote, facendolo diventare uno sport popolare tra i tifosi, mentre, in passato, era sempre stato riservato ad una ristretta nicchia di appassionati, provocando un grande entusiasmo tra le folle.

Valentino Rossi tecnica MotoGP
Valentino Rossi in azione (ANSA) – Nextmoto.it

Il ritiro di Valentino Rossi, avvenuto il 14 di novembre del 2021 a Valencia, ha chiuso un’era, ed infatti, la MotoGP è entrata in crisi di ascolti e seguito subito dopo la sua decisione di fermarsi, e solo ora sta dando qualche segno di ripresa. Nelle prossime righe, vi parleremo di una sua modalità di guida che ha fatto scuola anche tra gli altri piloti, e che fu proprio lui ad inventare qualche tempo fa. Scopriamo di cosa si tratta e quale è il suo obiettivo.

Valentino Rossi, ecco la sua tecnica

Sul sito web “InSella.it“, è stata analizzata una particolare tecnica di guida, che è stata introdotta da Valentino Rossi, e stiamo parlando della cosiddetta gamba di fuori in fase di staccata. Viene utilizzata ormai da quasi 30 anni, e fu proprio il “Dottore” a portarla in pista, venendo copiato da tutti gli altri concorrenti. Spesso viene usata anche da chi è molto alto, ma ormai è utilizzata per azzeccare alla perfezione il punto di staccata e portare quanta più velocità possibile in curva.

Valentino Rossi, la rivoluzionaria tecnica che tutti gli hanno copiato: che genialata
Valentino Rossi (ANSA) – NextMoto.it

Tuttavia, secondo la fonte sopracitata, pare che già negli anni Cinquanta e Sessanta venisse utilizzata, mentre altri, ritengono che il #46 sia stato il primo, ma non ad inizio carriera, ma a Jerez de la Frontera nel 2005, quando stava ferocemente duellando contro Sete Gibernau. Oggi. come detto, la usano praticamente tutti, ed anche Pecco Bagnaia non ne ha mai fatto mistero, risultandone uno dei più grandi cultori.

Ma per quale motivo viene utilizzata tale tecnica? Valentino Rossi portò in dote questa rivoluzione per aumentare quanto più possibile la stabilità, ma anche per dare una migliore direzione alla moto. Inoltre, crea maggiore resistenza aerodinamica, per cui aiuta la moto a rallentare maggiormente, diventando una sorta di freno supplementare. Inoltre, occupa più spazio, ed a volte può portare chi segue e magari è in procinto di attaccare ad evitare l’ingresso.

Impostazioni privacy