ASI e FIVA insieme per il Rally Motociclistico Mondiale 2012

Moto storiche in mostra
L’Automotoclub Storico Italiano (ASI), consolidata realtà che nel Bel Paese coordina tutte le più importanti iniziative legate al mondo dei veicoli d’epoca, ha ottenuto l’incarico di organizzare l’edizione 2012 del prestigioso Rally Motociclistico, evento che si terrà tra il 29 giugno ed il 1 luglio in una località italiana che per il momento non è ancora stata definita e che vedrà sicuramente la partecipazione di moltissimi centauri provenienti da tutta Europa e da buona parte del mondo.

Tale incarico gli è stato conferito direttamente dalla FIVA (Fédération Internationale des Véhicules Anciens), federazione che si occupa di tutelare il patrimonio storico e tecnologico legato alle auto e alle moto d’epoca, e rappresenta il giusto e doveroso riconoscimento per le capacità organizzative dell’importante club italiano, reduce dai successi del FIVA World Rally 2009 dedicato alle automobili e dei due Forum internazionali sulla Conservazione e Restauro dei Veicoli tenutisi nel 2004 e nel 2008. 
 
L’assemblea della FIVA ha inoltre ratificato la nomina di Palmino Poli (attuale responsabile della Commissione manifestazioni motociclistiche per l’ASI) alla presidenza della Commissione motocicli FIVA: Poli entra quindi di diritto nel board dell’associazione, nel quale già siedono Roberto Loi e Renato Pujatti, il che rende l’Italia il paese più rappresentato e quindi più forte nel momento in cui è necessario prendere le decisioni che contano. 
 
Insomma, anche se il mercato interno delle due ruote continua a perdere colpi, il sistema motociclismo italiano continua ad avere un ruolo di primo piano a livello mondiale, il che fa solo bene ad un settore che ha bisogno di ritrovare fiducia in se stesso e di tornare a vincere al più presto nel motomondiale, dove il dominio nipponico a livello di costruttori ed iberico per quanto riguarda i piloti sta mettendo in difficoltà anche talenti del calibro di Valentino Rossi.