Suzuki GSX-8R, il motore è un’opera d’arte: scopriamo i suoi punti di forza

La Suzuki GSX-8R condivide il proprio motore con altre due moto del brand, e vale la pena conoscerlo in tutti i dettagli.

Tra i marchi motociclistici più amati in assoluto, occupa un posto di rilievo la Suzuki, forte di una gamma infinita che ottiene successi in tutto il pianeta. Oggi vi parliamo della nuova GSX-8R, disponibile ad un prezzo di 9.700 euro, ed in particolare, del motore che la equipaggia, che è stato analizzato nel dettaglio dal sito web “Motociclismo.it“.

Suzuki motore segreti
Suzuki ecco la novità (Suzuki) – Nextmoto.it

La GSX-8R non è l’unica moto di casa Suzuki ad indossarlo, dal momento che viene utilizzato anche sulla “sorella”, vale a dire la GSX-8S, e la V-Strom 800. La casa del Sol Levante ha realizzato un bicilindrico frontemarcia parallelo, da 776 cc di cilindrata. Vi assicuriamo che vale la pena conoscerlo al meglio, perché è una vera e propria opera d’arte.

Suzuki, che spettacolo il nuovo motore

La Suzuki GSX-8R è dunque equipaggiata da un motore condiviso con altri due modelli, che ha una corsa piuttosto lunga, pari a 70 mm, ed un alessaggio di 84 mm. Troviamo, sul fronte dell’alimentazione, due corpi farfallati Ride by Wire, dal diametro di 42 mm. Inoltre, ci sono dei cornetti di aspirazione che si distinguono per una lunghezza differente.

Suzuki GSX-8R motore eccezionale
Suzuki GSX-8R in mostra (Suzuki) – Nextmoto.it

I condotti di aspirazione sono quasi orizzontali, in modo da poter contenere gli ingombri in altezza. La lubriciazione avviene tramite carter umido, mentre l’albero motore ha perni di manovella sfalsati di 270 gradi, ed avviene così una sequenza irregolare degli scoppi. La casa giapponese, al suo solito, ha messo in atto un progetto eccezionale, e come avrete visto, il prezzo non è di certo esagerato.

Inoltre, non manca la presenza di un sistema brevettato di un sistema che riduce le vibrazioni, definito Suzuki Cross Balancer, in modo da poter garantire un comfort di guida con ben pochi eguali. Sul fronte della potenza, questa unità propulsiva garantisce la spinta massima di 83,1 cavalli, che vengono toccati al regime di 8.175 giri al minuto, dove potrete toccare delle performance a dir poco eccezionali.

Per quanto riguarda, invece, la coppia, tocca un picco di 79,5 Nm al regime di 6.640 giri al minuto. A disposizione c’è anche una frizione antisaltellamento ed è presente anche un meccanismo che permette di ridurre al minimo la forza che va applicata alla leva. Dunque, ora che conoscete a menadito i segreti di questo motore, non potrete far altro che correre in concessionario e confezionare il vostro acquisto.

Impostazioni privacy