MotoGP, il calvario prosegue: è arrivata un’altra bruttissima notizia

Altra brutta notizia per un noto pilota di MotoGP, che dovrà rinunciare a correre ben due gare. Ecco di chi si tratta e come sta.

La volata finale della MotoGP parte da questo fine settimana, con Pecco Bagnaia che arriva a Sepang con 13 punti da difendere su Jorge Martin. Prima dell’inizio del week-end, il campione del mondo in carica ha rilasciato delle dichiarazioni discutibili, affermando che, nel caso in cui non dovesse vincere il titolo mondiale, non sarebbe un dramma, in quanto solo pochissimi piloti sono riusciti a confermarsi campioni.

MotoGP Rins ancora assente
MotoGP piloti in azione (ANSA) – Nextmoto.it

In epoca MotoGP, ciò è accaduto più volte sia con Valentino Rossi che con Marc Marquez, ma tutti gli altri campioni hanno dovuto abdicare subito dopo aver vinto il titolo. A Sepang, purtroppo, ci sarà anche un altro assente, uno dei piloti più sfortunati di questo periodo, che sta combattendo con dei seri problemi fisici. Ecco di chi si tratta e chi ne prenderà il posto nelle prossime due gare.

MotoGP, ancora fermo Alex Rins

Il calvario di Alex Rins non accenna a terminare, all’interno di quella che è sicuramente la stagione più nera della sua carriera in MotoGP. Rins salterà anche le gare di Sepang e Losail, e verrà sostituito da Iker Lecuona. L’alfiere del team Honda LCR, gestito da Lucio Cecchinello, non è ancora al top, ed iniziano ad esserci seri dubbi sul fatto che possa mai ritrovare la giusta condizione dopo il drammatico infortunio che lo ha colpito al Mugello lo scorso Giugno.

Alex Rins salta altre due gare
Alex Rins in azione (ANSA) – Nextmoto.it

L’annuncio è arrivato proprio da parte del team LCR, con Lecuona che avrà così una nuova occasione di scendere in pista in MotoGP, dopo la fine di una deludente stagione in Superbike. Rins potrebbe tornare in azione per l’ultimo round di Valencia, ma non c’è alcuna certezza sul fatto che riesca a farcela, dal momento che le sue condizioni non sono così semplici.

Ricordiamo che Rins si era fratturato tibia e perone della gamba destra al Mugello, uno degli infortuni peggiori che possano capitare ad un pilota motociclistico. Il rider iberico si è subito sottoposto ad un paio di interventi chirurgici ed ha passato buona parte dell’estate sulla sedia a rotelle, nella speranza di aiutare il recupero per tornare al top al più presto.

Rins ha provato a tornare in pista ma senza successo, come si è ben visto a Phillip Island, ed è per questo che in molti credono ad un infortunio che complicherà la sua carriera. Ricordiamo che alla fine del 2023 cambierà tutto per Rins, il quale lascerà la Honda per andare alla Yamaha ufficiale, dove rimpiazzerà Franco Morbidelli.

Ciò significa che Rins guiderà la terza moto giapponese in tre anni, visto che lo scorso anno era con Suzuki, ora la Honda ed il prossimo anno la Yamaha. La coppia di piloti formata da lui e Fabio Quartararo è una delle migliori, ma è chiaro che se la M1 non farà dei passi in avanti i rider potranno ben poco. Inoltre, sarà importante che Rins recuperi al meglio dal suo infortunio.

Impostazioni privacy