MotoGP, dietrofront improvviso: per la Honda si mette malissimo

In MotoGP domina la Ducati, ma cosa è accaduto al glorioso team Honda? Le ultime notizie non possono lasciare sereni i vertici giapponesi.

C’era un tempo in cui la Honda Hrc faceva la Ducati e la Rossa vedeva con il binocolo i mondiali. Marc Marquez ha dominato sin dal suo esordio in top class, aggiudicandosi il primo mondiale in MotoGP in una sfida al cardiopalma con Jorge Lorenzo della Yamaha nel 2013. Il centauro di Cervera ha colto alla grande l’eredità di Casey Stoner e prima ancora di Valentino Rossi.

Marquez addio Honda per KTM
Marc Marquez, Mondiale negativo finora (Ansa) – Nextmoto.it

La casa di Tokyo ha sempre puntato ai migliori centauri su piazza. A volte erano certezze stagionate come Mick Doohan, mentre in altri casi veri e propri predestinati come Valentino Rossi. Honda a vissuto un periodo di difficoltà solo con il passaggio del #46 in Yamaha. Ai tempi il brand di Iwata aveva uno squadrone, ma con l’arrivo di Marquez, affiancato da un sempre costante Pedrosa, sono arrivati mondiali a raffica.

La striscia vincente nei costruttori della Honda è stata annullata nel 2020, a causa dell’esplosione della Ducati e dell’infortunio di Marc Marquez. Quest’ultimo, a Jerez de la Frontera, ha riportato la rottura dell’omero. L’infortunio è stato sottovalutato dall’equipe medica. Marc è tornato in sella poche settimane dopo il crash, riportando un ulteriore e peggiore trauma con la rottura della placca che sosteneva la spalla. A quel punto la carriera di Marc è cambiata per sempre.

Sono seguite altre operazioni ed è tornato l’incubo diplopia. Il centauro aveva già sofferto ai tempi della Moto2 della visione doppia e, a seguito, di una caduta sulla moto da cross in un test privato in Spagna, nel 2021, il #93 si è ritrovato di nuovo fermo “ai box”. Dopo tante sofferenze ed infortuni, nel 2023, sembrava pronto fisicamente per tornare ai fasti di un tempo, ma è venuta a mancare una moto all’altezza del suo talento.

Marc Marquez, ai saluti con la Honda?

Marc è stanco di vedere gli avversari festeggiare in pista. In sua assenza hanno vinto tre piloti di tre case differenti, ovvero Mir nel 2020 sulla Suzuki, Quartararo nel 2021 sulla Yamaha e Bagnaia in sella alla Ducati nella passata stagione. Il gap prestazionale tra la Honda RC213V e la Desmosedici GP23 è talmente evidente che il #93, nel disperato tentativo di colmare il gap, è finito al suolo in tutti i GP a cui ha preso parte in questa sfortunata annata.

Marc Marquez alla KTM
Marquez, non è affatto chiusa (Ansa) – Nextmoto.it

Il mondiale 2023 è già sfumato e ha preso la direzione di Borgo Panigale. In futuro MM93 potrebbe essere tentato dalla voglia di vincere il mondiale con due moto differenti, come Rossi e Stoner, ed abbracciare la sfida in KTM. La Honda sarebbe nei guai. La casa austriaca non ha mai vinto un mondiale e potrebbe scommettere sul fenomeno di Cervera.

Pit Beirer, capo della KTM Racing, ha ammesso a MARCA che Marc è un profilo interessante. Un colloquio non è ancora avvenuto, anche perché la squadra austriaca può vantare un roster di piloti di tutto rispetto e la futura stella Acosta, ma il legame con la Red Bull potrebbe fare la differenza nella vicenda Marquez. Quest’ultimo sembra stanco del contesto in Honda. Il suo contratto scadrà al termine della prossima stagione, ma già qualcosa sotto traccia sta iniziando a muoversi.

“Non so cosa potrà succedere nel 2025 – ha dichiarato Beirer – ma siamo contenti e lusingati anche dalle voci che un maestro come Marquez sia interessato a correre con KTM.” Dichiarazioni, queste, che fanno scattare l’allarme in casa Honda, in attesa di prossimi sviluppi.

Gestione cookie