Motogp: Capirossi deluso nel post Qatar

Loris Capirossi durante il gp del Qatar
Il gp del Qatar è stato davvero deludente per Loris Capirossi. L’emiliano infatti avrebbe voluto concludere in grande stile il 300° della carriera, tuttavia si è dovuto accontentare di un piazzamento anonimo in linea coi risultati mesti della scorsa stagione. Ciò ha ovviamente gettato nello sconforto sia la Suzuki che lo stesso pilota, che si sono ritrovati ancora una volta a raccogliere i cocci di una gara sottotono. A differenza delle altre volte però Loris e co. non sono riusciti a digerire facilmente la disfatta, giunta quasi come una beffa dopo le ottime performance della nuova GSV-R durante le qualifiche.

Il pilota trentasettenne si è mostrato particolarmente contrariato allorquando è stato chiamato a commentare il proprio gran prix di Losail.Non abbiamo bisogno di risultati come questo; -ha chiosato Capirex- dobbiamo essere più vicini alla testa della gara, soprattutto per ripagare la squadra di tutti gli sforzi che sta facendo. Non è stato facile, ma dobbiamo continuare a lavorare così.”
 
A parte queste dichiarazioni piccate, il bolognese è entrato nel merito della sua arrabbiatura, spiegando il perchè di cotanto dispiacere. “Sono un deluso dal risultato perché speravamo di fare meglio di così. Abbiamo lavorato duramente per tutto il fine settimana, ma in gara abbiamo faticato più del dovuto, visto che le condizioni in pista erano completamente diverse rispetto alla giornata di qualifica, con moltissima umidità in più“.
 
Oltre le semplici recriminazionei, il pilota della scuderia gestita da Denning ha evidenziato nello specifico le problematiche che hanno “afflitto” la sua moto durante il gp d’esordio del motomondiale 2010: “Perdevo parecchio nel terzo settore dove la mia moto non era sufficientemente rapida, ma negli altri settori ero molto competitivo. Il mio ritmo non era eccessivamente positivo e alla fine ho solo cercato di difendere la mia posizione”.