Moto2 Silverstone: Cluzel vince all’ultima curva

Jules Cluzel in azione in un’immagine del 2009
Il circuito di Silverstone non ha regalato soddisfazioni ai tifosi italiani che speravano in una vittoria di Claudio Corti: il pilota aveva disputato un ottimo fine settimana e si era ben comportato nelle fasi iniziali della gara riuscendo prima a difendere la pole e poi a restare con i migliori fino al penultimo giro, quando ha commesso un errore alla curva 8 ed è finito fuori pista, senza conseguenze ma compromettendo la gara.

Ad approfittarne sono stati Jules Cluzel, che ha avuto un buon ritmo durante l’intero gran premio ed è riuscito ad avere ragione all’ultima curva di Thomas Luthi, autore di una straordinaria rimonta cominciata a sette giri dal termine e non coronata da successo a causa di un errore nel finale, e di Julian Simon, che appare sempre più a suo agio dopo essere passato al telaio Suter. Molte le cadute: nelle fasi iniziali sono usciti di pista Anthony Delhalle e Gabor Talmacsi, mentre l’ultimo giro è stato fatale anche per Yonny Hernandez e Alex Baldolini, oltre che per il già citato Claudio Corti. Sfortunato anche Simone Corsi: tutti si aspettavano una gara in rimonta stile Mugello, ma alla partenza l’italiano è rimasto coinvolto in un contatto con Stefan Bradl, che lo ha costretto al ritiro. 
 
Infine, in ottica mondiale, Shoya Tomizawa ha agguantato un sesto posto che gli permette di erodere almeno in parte il vantaggio di Toni Elias, oggi solo decimo e apparso piuttosto fuori forma e addirittura, in certi frangenti, l’ombra di se stesso nel week end inglese. La situazione del mondiale è ancora comunque piuttosto fluida e la categoria presenta a mio parere la maggiore imprevedibilità tra le varie classi del motomondiale.