Monogomma MotoGP Bridgestone per il 2010

[galleria id=”205″]Per il secondo anno consecutivo la Bridgestone è il monogomma della MotoGP. Nel 2010 il marchio è entrato nella seconda annata in questo ruolo di monopolio e il coordinatore capo del progetto MotoGP Bridgestone Thomas Scholz ha spiegato il processo di distribuzione delle gomme. 
 

Un gravoso impegno che Bridgestone è riuscito a rispettare offrendo tutto il supporto possibile alle squadre della top-class assecondando anche le richieste di tutti i piloti.

“Utilizzando i nostri dati del 2009 abbiamo deciso che 6 gomme posteriori per ogni mescola erano troppe, quindi abbiamo proposto ai piloti di ridurle a cinque e loro hanno accettato. Ora abbiamo cinque specifiche A e cinque B,” ha detto Scholz. 
 

“Parlando delle gomme anteriori (i piloti) non erano molto soddisfatti per un paio di gare sul numero totale di pneumatici a disposizione, specialmente quando una mescola tendeva ad essere molto più performante dell’altra e la distribuzione era di 4 e 4. 
 

Per questo motivo la nostra proposta è stata di fornire all’inizio di ogni GP fornire ai piloti tre gomme per ogni mescola. Dopo le FP1 i team e i piloti avranno due ore per informarci su quale mescola vogliano avere in più”. 
 

“Gli pneumatici 2010 a mescola morbida e media sono diversi da quelli 2009. Forniremo gomme morbide, medie e dure a mescola omogenea e medie, dure ed extra dure con mescola asimmetrica. Per l’anteriore non utilizziamo mescole asimmetriche per permettere al pilota di avere una fiducia totale nell’anteriore”.