Eicma 2009: I prototipi Moto Guzzi

[galleria id=”1457″]Moto Guzzi presenta alla sessantasettesima edizione del Salone Internazionale del Motociclo di Milano (Eicma 2009) tre prototipi firmati dalla mano di Miguel Galluzzi e Pierre Terblanche.

I prototipi che moto Guzzi ha portato alla fiera milanese sono tre, V12 LM, V12 STRADA e V12 X, tutti dotati del classico bicilindrico della casa di Mandello da 1.151cc, caratterizzato da due cilindri inclinati a V di 90 gradi, con quattro valvole per cilindro.
 
Il motore non è l’unica caratteristica in comune, tutte e tre vantano un telaio in fusione di alluminio dal disegno essenziale che ottimizza gli ingombri per realizzare un layout semplice e pulito.
 
Molti sono i particolari di questi prototipi che colpiscono al primo sguardo, serbatoio, sella e coda sono integrate in una struttura monoscocca, non ci sono cavi a vista, i fari a led, le pedane passeggero “sospese” e i gli originali dissipatori di calore, solo per citarne alcuni.
 
Moto Guzzi V12 LM come si può intuire dal nome è l’erede della mitica Le Mans, è caratterizzata dal cupolino e il manubrio regolabile in altezza ed è destinata al motociclista che esige nella moto non solo un mezzo da guidare ma un pezzo da collezionare e sfoggiare tra appassionati del motociclismo.
 
Moto Guzzi V12 STRADA è una naked adatta all’uso quotidiano, il manubrio ha un’impostazione turistica e la coda è in grado di ospitare un’ampia sella per far star comodo anche il passeggero.
 
Moto Guzzi V12 X è sicuramente la più estrema delle tre, caratterizzata da un design molto aggressivo e dedicata al pilota che vuole il massime prestazioni dal suo mezzo.
 
Miguel Galluzzi, responsabile del centro stile del Gruppo Piaggio, crede nelle idee come punto di svolta, e dichiara che questo è solo l’inizio! Aspettiamoci quindi un futuro ricco di novità per la casa di Mandello.