Eicma 2009: è tempo di bilanci

L’Eicma 2009 si è concluso ufficialmente dopo quattro giorni di grande intensità. Il salone del motociclo di Milano ha infatti strabiliato gli spettatori grazie ad un mix di anteprime assolute riguardanti moto e aftermarket. Il tutto sapientemente condito dalla presenza di vip ed esperti del settore.

Il bilancio dunque non può essere che positivo. Le cifre ovviamente né sono una prova lampante. Il salone milanese è stato “visitato” da ben 450.000 persone (tra cui 2000 giornalisti accreditati) che si sono aggirate tra i sei i padiglioni dell’esposizione (55.000 metri quadrati) e tra i vari stand con 1.341 marchi in rappresentanza di 31 Paesi.
 
Il salone del motociclo di quest’anno è stato dunque più cosmopolita che mai. Peraltro, si è registrata anche una massiccia presenza di stranieri (addetti ai lavori e non), provenienti dalla Francia e dalla Germania. Immancabile inoltre la delegazione cinese. L’Eicma infatti ha siglato da poco una partnership col governo di Pechino, finalizzata all’esportazione del noto expo in estremo oriente.
 
La cornice è stata inoltre arricchita dalla loro comparsa di vip di tutti i generi, che hanno reso ancor più appetibile l’evento. Tra questi bisogna menzionare Giacomo Agostini, Valentino Rossi, Max Biaggi, Loris Capirossi, Tony Cairoli e molti altri personaggi appartenenti allo showbiz.
 
Ciò che però ha avvalorato il salone sono stati senza dubbio gli innumerevoli due ruote esposti. Aprilia, Ducati, Piaggio, Moto Guzzi, Suzuki, Harley Davidson hanno infatti presentato nel corso dell’happening le nuove moto per il 2010, sopperendo alla grande all’assenza dei colossi Honda e Yamaha.