Auto e moto in Italia, arriva l’annuncio ufficiale dopo l’allarme

In Italia la viabilità sta cambiando moltissimo e ora ci saranno una serie di provvedimenti che renderanno migliore la strada.

Mai come in questo periodo storico si sta cercando di dare vita a una rivoluzione da un punto di vista della viabilità. Le auto e le moto termiche che erano note e conosciute a tutti dovranno lasciare spazio a quelle elettriche, in modo tale da poter venire incontro alle esigenze di un’aria e sempre più irrespirabile.

Auto moto cambiamento Sergio Mattarella incidenti
Ufficiale il cambiamento per auto e moto (nextmoto.it)

La voglia di rinnovarsi non è diventato solo un modo per poter cambiare e ravvivare il mercato automobilistico e motociclistico, ma si tratta di una necessità. Ciò che inoltre deve essere tenuto in grande considerazione è il fatto che sempre più persone in Italia ogni giorno muoiono a causa di incidenti.

I dati sono davvero allarmanti in questo 2023, con il primo semestre del 2023, come riportano i dati ISTAT, che ha causato un totale di ben 437 incidenti ogni giorno. Questo significa che accade un incidente in Italia all’incirca ogni 3 minuti, numeri che non possono essere accettati e che devono per forza portare a un cambio di direzione.

Le istituzioni stanno lavorando duramente da questo punto di vista, con il Codice della Strada che si è fatto più rigido. Si sta cercando di limitare l’utilizzo di cellulari e oggetti di distrazione alla guida con multe sempre più salate e inoltre anche la punizione per la guida in stato di ebrezza sarà più severa. A parlare anche di questa situazione ci ha pensato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che non ha nascosto le sue preoccupazioni.

Mattarella preoccupato:” La sicurezza stradale è un irrinunciabile”

Non ci sono dubbi sul fatto che Sergio Mattarella entrerà nella storia come uno dei Presidenti della Repubblica maggiormente amati, capace di fare da collante a diversi Governi. La sua abilità politica, la sua pacatezza e la sua grandissima classe gli hanno permesso di essere confermato per il secondo mandato, una vera e propria rarità, e di recente ha parlato in occasione della “giornata mondiale delle vittime per la strada”.

Auto moto cambiamento Sergio Mattarella incidenti
Sergio Mattarella (Ansa – nextmoto.it)

Mattarella infatti non ha voluto nascondere il problema, anzi ha dichiarato che ciò che devono fare le istituzioni è quello di rendere prioritaria la tematica. Si tratta di un problema sociale che non può in alcun modo essere accettato come una fatalità o delle conseguenze irreversibili, ma si può cercare di limitare quanto più possibile gli incidenti.

“Non possiamo tradurre la drammatica situazione legata agli incidenti stradali con rassegnazione, ma dobbiamo fare sì che la sicurezza stradale sia un bene prioritario e irrinunciabile. Non è di certo semplice rendere sicura la circolazione, ma è compito delle istituzioni fare qualcosa per rendere la strada quanto più sicura”. Mattarella dunque sa bene che il problema degli incidenti stradali è sotto gli occhi di tutti.

Il Presidente della Repubblica inoltre ha spiegato come l’Italia non può essere sola in questo grande cambiamento e in queste innovazioni stradali, ma servono delle Leggi che possano essere condivise dall’Europa. Creare una mobilità sostenibile e meno pericolosa, ecco qual è il futuro delle strade di tutto il mondo.

Impostazioni privacy