Arriva la superbike cinese col motore tutto italiano: la “combinazione” è sconvolgente

Una delle più belle superbike arriva dalla Cina e con un motore italiano al suo interno è pronta a conquistare il mercato.

Solo fino a qualche anno fa nessuno avrebbe mai considerato la Cina come una delle più grandi superpotenze nel mondo dei motori. Ora però tutto quanto è cambiato e il Paese con Capitale Pechino è da prendere sempre di più in considerazione anche per la produzione di moto.

Superbike dalla Cina, una moto da sogno
Superbike dalla Cina (NextMoto)

Sono diverse infatti anche le grandi aziende europee che da qualche anno a questa parte hanno capito che la Cina non deve essere vista come una minaccia, ma come una grande opportunità per collaborare. Una di queste è la MV Agusta, indubbiamente uno dei nomi più noti e blasonati.

L’azienda che divenne leggendaria negli anni ’60 e ’70 grazie alle favolose vittorie di Giacomo Agostini ha avuto modo di far parlare di sé grazie al proprio accordo con la QJMotors. Quest’ultima è un’azienda cinese che da tempo sta facendo parlare di sé per la produzione di superbike.

Il Mondiale ormai è diventato sempre più appassionante, con le moto di serie che piacciono ai tifosi di tutto il mondo. Ecco allora come mai anche le versioni delle superbike da strada meritano nuovi grandi modelli. La QJMotors dunque è pronto a dare vita a un nuovo modello che dovrebbe uscire tra le fine del 2023 e la prima metà del 2024.

Si tratta di un modello che però parla anche molto italiano. Il suo motore infatti proviene dal Belpaese e sono moltissimi coloro che non vedono davvero l’ora di poter mettere le mani su questa moto da favola.

QJMotor SRK1000RR: una moto da sogno

Ecco allora che nell’ultimo periodo è pronta a sbarcare sul mercato una nuova eccezionale moto che si tratterà di una superbike a tutti gli effetti. La QJMotor SRK1000RR si rifà inoltre a un grande orgoglio italiano come la Benelli.

QJMotor SRK1000RR, moto da sogno
QJMotor SRK1000RR (YouTube – NextMoto)

Quest’ultima infatti monta un motore che è prodotto a tutti gli effetti in quel di Qianjiang, ma in realtà si mostra in tutto il proprio splendore anche nella Benelli TRK502. La carrozzeria è completamente realizzata in Cina, ma il motore ha visto la luce per la prima volta a Varese.

Si tratta comunque di una moto che cerca molto di rifarsi ai grandi colossi europei, tanto è vero che il suo telaio e il forcellone derivano invece dalla MV Agusta Brutale 1000 RS. Non si fa di certo disdegnare e disprezzare per il proprio motore, con quest’ultimo che è un meraviglioso quadricilindrico da 127 cavalli. 

Al momento comunque non c’è ancora nulla di certo per quanto riguardano le sue caratteristiche definitive. La QJMotors infatti avrà modo di scoprire le proprie carte solo a novembre, quando questo colosso da strada verrà presentato in occasione di EICMA 2023.

Uno degli aspetti che si dovrà tenere in conto prima di acquistare questa moto sarà anche il suo prezzo. Per molti infatti dovrebbe essere all’interno di un range che è compreso tra i 16 e i 18 mila Euro. Un valore di certo molto basso se consideriamo come si tratti di una superbike da 1000 di cilindrata.

Impostazioni privacy