Vuoi correre con Valentino Rossi? Quanto costa entrare nella sua Academy

Entrare nell’Academy di Valentino Rossi rappresenta un sogno per tutti coloro che vogliono arrivare ai piani alti nel Motomondiale.

Valentino Rossi è una leggenda della top class. Nonostante si sia ritirato nel 2021, al termine di una annata avaria di gioie sportive, ha lasciato un segno indelebile nel cuore degli appassionati e degli addetti ai lavori. Per coloro che hanno avuto il piacere di lavorare con il Dottore la sua assenza dalle piste ha pesato in modo importante, soprattutto in ottica visibilità.

Il prezzo dell'Academy di valentino Rossi
Valentino Rossi, ecco come correre nella sua Academy (Ansa) nextmoto.it

L’audience dell’intera MotoGP è crollata con l’addio del centauro di Tavullia. Nonostante il passaggio al mondo delle auto, Il Dottore continua ad aleggiare nel Paddock nelle vesti manageriali. Il suo team in MotoGP sta viaggiando a gonfie vele, occupando la seconda posizione in classifica costruttori. Il Mooney VR46 può contare su due giovani talenti come Luca Marini, fratello minore del nove volte iridato, e Marco Bezzecchi.

Entrambi nel 2023 hanno fatto enormi progressi, strappando ottimi piazzamenti sul podio. Il Bez ha addirittura vinto in Argentina e in Francia, diventando un serio contendente di Bagnaia alla corona iridata. Ma come si è arrivati in due anni ad un livello tecnico tanto elevato? Valentino Rossi ha una esperienza di oltre un quarto di secolo nel Motomondiale e ha iniziato il suo progetto nelle classe minori, sino all’ottenimento nel 2022 di due Ducati Desmosedici per la MotoGP.

Il prezzo dell’Academy di Valentino Rossi

L’idea di un scuola nacque dall’amicizia con Marco Simoncelli. Il SIC e il Dottore iniziarono a sfidarsi in una cava e, in seguito, nel ranch. Il primissimo prodotto dell’Academy dell’ex centauro della Yamaha fu Franco Morbidelli. Quest’ultimo nel 2020, in sella ad una M1 del team Petronas, sfiorò il titolo mondiale in top class. Valentino Rossi finanziò la sua carriera, come poi ha fatto anche con altri centauri, come l’attuale campione del mondo, Pecco Bagnaia.

Ecco il costo dell’Academy VR46
VR46, l’Academy di Valentino Rossi (Ansa) nextmoto.it

Il numero 1 della MotoGP è diventato l’alfiere della casa di Borgo Panigale, avendo piegato la resistenza di Fabio Quartararo nel 2022. Il centauro torinese trovò la gloria anche in Moto2 con lo SKY Racing Team VR46, alla guida di una Kalex. Oggi il centauro di punta nella classe di mezzo è Celestino Vietti. Nell’Academy meritano una menzione anche Andrea Migno, Niccolò Antonelli e Alberto Surra.

Tornando ai primi anni la VR46 ha lanciato altri talenti del calibro di Romano Fenati, Nicolò Bulega e Lorenzo Baldassarri. C’è chi ha deciso di dire addio all’Academy, intraprendendo altre strade come Bulega, oggi leader della classifica nel campionato Supersport in sella ad una Ducati.

Tutti i talenti dell’Academy non devono sborsare nulla all’inizio, ma nell’accordo è previsto che al primo contratto firmato ad una cifra di 50mila euro all’anno, dovranno versare il 10% dei guadagni alla scuola di Valentino Rossi. Un win win che permette all’Academy di crescere e che regala la possibilità a tanti giovani di poter emergere in un mondo carissimo. La storia di Bagnaia dimostra che nulla è vietato, nemmeno diventare dei campioni affermati nel Motomondiale.

Impostazioni privacy