Valentino Rossi, spunta un altro segreto: a svelarlo è Jorge Lorenzo

Valentino Rossi, spunta un altro segreto: a svelarlo è Jorge Lorenzo. La rivalità tra i due piloti ha portato ad un finale drammatico

La storia dello sport non sarebbe la stessa senza le grandi rivalità e il Motomondiale non fa eccezione. Chi, come Valentino Rossi, ha frequentato le piste per 26 lunghi anni da protagonista assoluto lo sa bene. Ma c’è un segreto che nessuno finora aveva rivelato.

Valentino Rossi, spunta un altro segreto - NextMoto.it
Valentino Rossi, spunta un altro segreto – NextMoto.it

Perché il ‘Dottore’ nella sua lunga carriera ha cambiato diversi compagni di squadra e tutti i piloti, non solo quelli di MotoGP, riconoscono che il primo avversario è proprio chi condivide lo stesso box.

In genere è sempre riuscito ad andare più forte di loro, lo dicono i nove Mondiali portati a casa e i record che riscritto. Con qualcuno però è stato più difficile, perché aveva caratteristiche simile e alle sue ed era un vincente come lui. Come nel caso della coppia che ha formato per anni in Yamaha con Jorge Lorenzo.

Il maiorchino era decisamente più giovane, ma con il marchio di vincente impresso addosso e non ha subito la pressione di un compagno-rivale così potente. Prima e dopo, i due sono anche stati ma c’è stato un periodo di rottura totale, quello alla fine del 2015 quando il Mondiale di MotoGP si è risolto a favore dello spagnolo.

Valentino Rossi, spunta un altro segreto: la differenza con Lorenzo non era solo in gara

Oggi entrambi fanno un altro mestiere: Valentino da un paio di anni sta correndo nell’Endurance e punta al WEC nel 2024, per correre anche la 24 Ore di Le Mans, Jofrge invece ha trovato spazio nella Porsche Super Cup, dopop essere stato tentato dal DTM, e si diverte.

Ma nonj ha dimenticato il suo passato e quello che ha vissuto al fainco di Rossi. Ne ha parlato di recente, ospite del programma La Roca in una nota tv spagnola. Ha spiegato che adesso ha moltop tempo libero e può finalmente dedicarsi a quello che ha lasciato perdere negli anni in cui era impegnato in pista. Gli piace viaggiare e scoprire sempre posti nuovi, può farlo prendendosi tutto il tempo che gli serve.

Ma c’è qualcosa che rimpiange del suo passato. “Mi manca vincere. Sono convinto che uno nasca competitivo a causa della genetica e per questo a scuola inventavo giochi con i miei amici per batterli”.

Jorge Lorenzo a Valentino Rossi - NextMoto.it
Jorge Lorenzo a Valentino Rossi – NextMoto.it

Iper competitivo lui, ma lo stesso si può dire di Valentino, con il quale ha formato una super coppia in Yamaha. Molto onestamente, Lorenzo ha riconosciuto che il pesarese aveva una dote innata che lui invece non possiede.

“A volte ho sbagliato pesantemente, ma nel bene e nel male dicevo sempre quello che pensavo. Valentino invece sapeva essere gentile davanti alle telecamere. Io non ci riuscivo. Io non andavo molto d’accordo con tutti perché lavoravo sempre”.

Rossi e Lorenzo, quel mondiale deciso di Marquez: a distanza di tempo è uscita fuori tutta la verità

Il punto più drammatico della loro rivalità? Nel finale del Mondiale 2015, uno dei punti più controversi nella storia dello sport. Jorge Lorenzo da qualche mese aveva capito di poter sfruttare a suo vantaggio la nuova rivalità di Valentino con Mac Marquez e la utilizzò per vincere quel titolo.

Sapeva che il suo connazionale avrebbe fatto di tutto per far perdere l’italiano e così cominciò una campagna mediatica per far alzare i toni della contesa. Lo ha confessato lui stesso un paio di mesi fa: “In aeroporto ho chiesto ad un giornalista di farmi questa domanda: ‘Chiedimi se Valentino merita il titolo, se è un campione’. Volevo rispondergli che dal mio punto di vista non sarebbe stato meritato, ma frutto di qualche circostanza fortunata”.

Rossi, Lorenzo e Marquez - NextMoto.it
Rossi, Lorenzo e Marquez – NextMoto.it

Così successe, durante il GP del Giappone e ancora di più a Phillip Island e Sepang, quando Valentino entrò in collisione con Marquez. Un episodio che portò alla penalità di Valencia e consegnò l’ultimo mondiale della sua storia a Lorenzo.