Triumph presenta la gamma custom/ cruiser 2011

Triumph Thunderbird Storm versione 2011
Triumph ha presentato al recente Intermot le novità 2011 per la sua gamma custom/cruiser: il costruttore inglese ha scelto di non lavorare sull’ammiraglia Rocket III ma di intervenire sui modelli America, Speedmaster e Thunderbird Storm, tutti ora caratterizzati da soluzioni inedite ma in stile Triumph e da una gamma di accessori appositamente sviluppata per ogni modello della casa inglese.

Triumph America 2011 ha uno stile più classico caratterizzata da un manubrio arretrato e pedane spostate in avanti, cerchi in lega (16” all’anteriore, 15” pollici al posteriore) e pneumatici a spalla alta, il tutto spinto dal classico bicilindrico parallelo (cilindrata 865 cc, potenza massima 61 CV) sviluppato dalla casa inglese. 
 
La Speedmaster è il modello più sportivo e nella versione 2011 è caratterizzato da un cerchio in lega anteriore da 19” che monta una gomma piuttosto sottile e da uno posteriore da 15” con un pneumatico più importante; questo, unito al freno anteriore ad un solo disco e alla sella ora posta a soli 690 mm dal suolo, conferisce alla moto un aspetto da vera hot rod; il nuovo modello è inoltre disponibile nei due colori Phantom Black e Cranberry Red. 
 
La nuova Thunderbird Storm è ora caratterizzata da un motore in grado di erogare una potenza massima di 98 CV e una coppia massima di 156 Nm a 2950 giri/min, da una forcella con steli da 47 mm, da freni a doppio disco flottante da 310 mm con pinze a quattro pistoncini. Tutto questo è completato da una nuova strumentazione e dalla possibilità di avere l’ABS come optional: insomma si tratta di fatto di una Triumph Rocket III più piccola. 
 
Insomma Triumph ha preparato delle buone motociclette, in grado di stare almeno alla pari con i nuovi modelli di Harley Davidson, che sono l’inevitabile, e per certi versi inarrivabile, riferimento della categoria.