Toni Elias felice della vittoria di Le Mans

[galleria id=”1817″]Come da pronostico Toni Elias aveva detto che a Le Mans voleva vincere e così è stato. Il pilota di Manresa in difficoltà ieri causa di una caduta nel corso delle qualifiche oggi è scattato velocissimo dalla seconda fila, ha lottato nei primi giri e poi ha controllato la gara. 
 

Una vittoria importante nel momento in cui i diretti avversari sono incappati in cadute varie. Un successo che gli consente di passare in testa alla classifica mondiale con un margine di 18 punti nei confronti di Tomizawa secondo.

“Sono molto felice e contento perchè ieri è stato difficile a causa della caduta. Però grazie alla squadra ho rimontato dalla 41^ posizione sullo schieramento al settimo posto. Questa posizione mi ha permesso di fare una buona partenza. 
 

All’inizio ero un pò in difficoltà ma dopo qualche giro quando le gomme hanno cominciato ad essere meno performanti, per tutti, ho fatto la differenza e sono andato a vincere. E’ la seconda vittoria consecutive e sono in testa al mondiale però a questo, oggi, non voglio pensare. 
 

Adesso è importante ragionare di gara in gara senza avere in testa l’obiettivo finale. Voglio ringraziare la squadra e Moriwaki perche tutti stanno facendo un gran lavoro. ”  
 

Fausto Gresini “Devo dire che non è stata una gara facile ci sono state molte cadute e tanti colpi di scena. Il caldo insolito di Le Mans non è stato di aiuto ma Toni era a posto, ha saputo amministrare bene la gara ed è riuscito a vincere un bellissimo Gran Premio. 
 

Noi siamo molto felici per lui perchè se lo merita e qui fisicamente ha praticamente ritrovato la sua forma migliore. Ieri eravamo un pò preoccupati per la caduta perchè aveva perso un pò di confidenza con la moto ma la squadra ha lavorato alla grande ed oggi è arrivato questo bellissimo risultato. 
 

Devo fare i complimenti a lui ed a tutti i ragazzi. Adesso è in testa al mondiale ma la strada è ancora lunga e oggi non dobbiamo pensarci, dobbiamo lavorare e fare dei ragionamenti Gran Premio per Gran Premio ed al risultato finale incominciare a pensarci più avanti ”