Test Superbike 2012, Kawasaki prova la Ninja ZX 10R ad Almeria

test kawasaki superbike 2012

Joan Lascorz e Tom Sykes sono scesi in pista con la nuova formazione del Kawasaki Racing Team, che disputerà il mondiale Superbike 2012 in verde, dopo l’abbandono della struttura inglese PBM. Nei due giorni trascorsi in Spagna è avvenuto il primo test 2012: Almeria è stata la pista di partenza per la Ninja ZX 10R ufficiale, da cui ci si attende molto. Tra le novità anche l’utilizzo del ride by wire, ausilio elettronico tanto sembrava aiutare le Honda sul finire della scorsa stagione.

Il simpatico britannico, vincitore lo scorso anno di una gara, ha girato in Spagna con il crono di 1’34’’6, mentre Lascorz è stato poco più indietro: 1’35’’1. Il clima è rigido anche nella penisola iberica durante questi giorni, ma date le rigide regole che limitano i test ivernali, piloti e staff tecnico avevano un’occasione rara per lavorare, valutando le numerose opzioni di set-up sulle ultime versioni della Ninja ZX-10R.

Il team verde, come il resto dei protagonisti del Mondiale 2012 di Superbike, andrà ora presso il fantastico circuito di Phillip Island, in Australia, per due sessioni di test separati, prima della gara di apertura della stagione in calendario il 24 febbraio sul medesimo tracciato.

E ‘andata molto bene – dice Tom Sykesperché siamo su un altro tipo di circuito rispetto a quelli che abbiamo testato prima e la moto ha funzionato bene, immediatamente. Dopo un inverno di pausa, mi ci sono voluti solo dieci giri per andare più veloce di quanto sia mai stato ad Almeria. Sono soddisfatto. Abbiamo testato alcune piccole modifiche richieste da KHI. Pur se freddo il sole splendeva, quindi non potevamo chiedere di più a gennaio, anche la pista era in buone condizioni‘.

Abbiamo provato tutto – spiega Joan Lascorz – Faceva freddo la mattina, ma le condizioni della pista erano buone e c’era il sole ogni giorno, anche se vedevo la neve sulle montagne intorno. Questo è l’ultimo test prima di andare in Australia, quindi abbiamo deciso la direzione finale della messa a punto da prendere in generale, per il resto della stagione. Tom ed io abbiamo una moto molto diversa a livello di set-up, ma è solo per soddisfare i nostri diversi stili di guida. La cosa più importante è la differenza tra i piloti più veloci e gli altri, nelle gare, come anche l’usura delle gomme, da far durare per l’intera distanza di gara‘.