Superbike: Fabrizio ancora avanti nei test di Imola

Michel Fabrizio in azione
La due giorni di test di Imola sta sicuramente sorridendo a Michel Fabrizio. Il pilota del team Ducati Xerox ha infatti piazzato sia nel day 1 che nel day 2 diversi giri veloci che gli hanno permesso di imporsi sugli altri riders del carrozzone sbk. Oggi ad esempio il ventiquattrenne di Frascati ha portato a compimento 37 giri, con un fastest lap pari a 1’47”854, abbassando di 112 millesimi il limite stabilito martedì da Leon Haslam ed avvicinandosi al tempo record fissato da lui stesso nel 2009 in Superpole (1’47”735).

Alle sue spalle si è piazzato il nordirlandese Jonathan Rea che a bordo della sua Honda ha ottenuto un buon 1’47”990, precedendo di soli 252 millesimi Haslam, il quale a sua volta è stato protagonista di un finale thrilling. Sul finire delle prove infatti “Pocket Rocket” è stato vittima di una rovinosa caduta (per fortuna senza conseguenze), che lo ha costretto a rientrare anzitempo ai box.
 
Quarto tempo per la Yamaha del team Sterilgarda di Cal Crutchlow (1’48”320), appena nove millesimi più rapido di Ruben Xaus. Sesto Noriyuki Haga, autore di un’innocua scivolata a mezz’ora dal termine della sessione. Il giapponese è riuscito a precedere la Ducati del team Althea di Carlos Checa (1’48”868), la Kawasaki del redivivo Tom Sykes, la Bmw di Troy Corser e per finire l’altro “altheano” Byrne ed il suzukista Guintoli.
 
Anonimo dodicesimo tempo per Max Biaggi (1’49”429), autore di venticinque tornate, davanti all’altra Yamaha del team Sterilgarda di James Toseland (1’49”555), alla Honda di Max Neukirchner e al compagno di squadra Leon Camier (+1.869).