Moto Morini: nuovi acquirenti all’orizzonte

Moto Morini: la Granpasso H83
Cominciano a delinearsi i contorni che hanno portato al fallimento della seconda trattativa per l’acquisto di Moto Morini da parte della Nuova Garelli. Secondo quanto si apprende, l’incontro tra le parti previsto alcune settimane fa presso la sede della provincia di Bologna sarebbe saltato per l’arrivo di due nuove manifestazioni di interesse all’acquisto della storica fabbrica motociclistica da parte di due nuovi acquirenti, di cui al momento non si conoscono le identità.

Viste queste novità, i sindacati e la provincia avrebbero quindi annullato l’incontro per potere conoscere il piano industriale e le prospettive occupazionali che hanno in mente i nuovi arrivati e metterli in condizione di parità con la società di Paolo Berlusconi. A questo punto appare possibile un’asta a tre per l’acquisizione del marchio, con Garelli che, dopo aver tentato di scongiurare il fallimento e aver trattato un secondo acquisto, sarebbe pronta ad una terza offerta stavolta senza passare attraverso trattative sindacali. 
 
In attesa di conoscere l’identità dei nuovi possibili acquirenti e le loro intenzioni, che tutti si augurano serie, la situazione è ancora in fase di stallo e ciò non fa certo il gioco di Moto Morini, soprattutto in una fase di crisi del mercato come quella che stiamo attraversando. L’auspicio è che la situazione possa chiarirsi al più presto sia per quanto riguarda nomi e intenzioni dei compratori sia soprattutto per il futuro della storica fabbrica di due ruote italiana e dei suoi dipendenti, anche se credo che ormai se ne saprà di più solo in autunno, dato che raramente complicate trattative di questo genere vengono concluse con rapidità.