Superbike, Ducati soddisfatta delle prove di Portimao

La Ducati sul tracciato dove nel 2009 ha in pratica perso il titolo mondiale della Superbike ha svolto i primi test del campionato 2010 con il team ufficiale Xerox ed i due piloti, Noriyuki Haga e Michel Fabrizio, impegnati a render sempre più competitiva la Ducati 1198 che vuole restare la moto più veloce del lotto dei partenti. 
 

Sotto la direzione del nuovo responsabile Ernesto Marinelli, che ha preso il posto di Davide Tardozzi passato in BMW, la Ducati ha percorso tantissimi chilometri a Portimao anche se uno dei due piloti, Michel Fabrizio, ha avuto l’influenza nel weekend e pertanto non era proprio al meglio della condizione.

Nell’ultimo giorno di prove i due piloti della Ducati avevo concluso al terzo e quarto posto nella sessione della mattina, mentre nel pomeriggio non c’è stata l’occasione di migliorarsi. 
 

“Abbiamo potuto approfittare di condizioni migliori oggi”, dice Haga. “Stamattina avevo un buon feeling e sono riuscito a fare dei giri con tempi costantemente veloci ma nel pomeriggio, anche se non avevamo cambiato molto tra le sessioni, facevo più fatica a migliorare. Sembra che oggi sia stato il giorno dei 4 cilindri! 
 

Detto questo, le prove sono state comunque utili dopo la lunga pausa invernale. Direi che abbiamo lavorato molto bene come team e adesso andiamo a Valencia per continuare il lavoro.” 
 

Anche Michel Fabrizio è comunque fiducioso per il via del campionato anche se queste sue prove sono state condizionate dall’influenza. 
 

“Non è stato un giorno molto facile, nonostante le condizioni di pista vantaggiose. Non so perché, ma non ho mai trovato il feeling giusto con la mia moto oggi. Abbiamo provato tre gomme diverse e abbiamo cambiato anche la frizione ma sembrava che la moto non reagisse ai cambiamenti e non abbiamo potuto identificare il problema, forse serviva più tempo in pista. 
 

Mi aspettavo di andare un po’ meglio ma rimaniamo positivi; fra due giorni saremo di nuovo in pista a Valencia e cercheremo di ritrovare il feeling che oggi ci è mancato.”