Superbike 2012: Althea Racing pronta per i test

Carlos Checa presenta la livrea 2012 del team Althea Racing
Il mondiale Superbike 2012 si avvicina sempre di più e il team Althea Racing, campione in carica della categoria, è atterrato ieri in Australia, dove si terranno due importanti sessioni di test che potranno sicuramente dire molto sui reali valori in campo nella prossima stagione agonistica, che, visti i nomi (e la personalità) dei piloti in lizza, appare già destinata ad essere una tra le più combattute e spettacolari degli ultimi anni. Da parte sua il team diretto da Genesio Bevilacqua ha tutte le carte in regola per ripetere l’exploit dell’anno scorso, a partire naturalmente dalla Ducati 1198, aggiornata nel reparto sospensioni e nell’impianto frenante ma purtroppo appesantita di ben sei chili (per rispettare le regole imposte dal nuovo regolamento del mondiale riservato alle derivate di serie).

Anche i piloti sono molti carichi: il campione del mondo Carlos Checa non ha certo perso la voglia ed il gusto di lavorare per vincere mentre Davide Giugliano, vincitore 2011 della Superstock 1000, ha mostrato grande entusiasmo per la nuova avventura e porterà nel team una ventata di novità che di certo non farà male ad una struttura che presenterà anche altri volti nuovi a livello dello staff tecnico
 
Insomma le premesse per fare bene ci sono tutte e da oggi si comincerà a capire un po’ meglio chi saranno i rivali da tenere d’occhio nel 2012: da questo punto di vista, al momento, pare che Max Biaggi, Marco Melandri e Jonathan Rea siano i pericoli numeri uno, ma sarebbe sbagliato escludere a priori rider come Leon Haslam, Hiroshi Aoyama o John Hopkins, che a quanto pare sta recuperando in fretta dopo l’intervento chirurgico con il quale si è fatto amputare un dito che continuava a dargli problemi
 
Di tutto questo la struttura di Althea Racing sembra comunque ben consapevole e la lotta per l’iride 2012 vedrà sicuramente tra i protagonisti anche Checa, pronto a sfidare una concorrenza di altissimo livello.