Sarebbe stata la regina delle touring off-road senza le giapponesi: questa moto italiana oggi costa due soldi

Una storica auto italiana ormai costa davvero pochissimo, ma stiamo comunque parlando di uno dei grandi modelli che ha saputo fare la storia.

Italia e Giappone sono da sempre considerate come due delle più importanti nazioni per quanto riguarda la produzione di motociclette. Sono moltissime infatti le due ruote che hanno saputo imporsi nel corso degli anni, non solo per quanto riguarda le moto di serie, ma anche per le gare.

Moto italiana leggendaria
Regina touring senza le giapponesi (NextMoto)

Dopo tanti anni di dominio assoluto del Sol Levante tra MotoGP e Superbike, ora è tempo di lasciare spazio all’Europa e in particolar modo a quella Ducati che ormai è diventato un punto di riferimento per tutti nel mondo. Queste sono le due competizioni indubbiamente più note e seguite, ma non per questo si devono snobbare le altre realtà.

Una delle gare che sicuramente è maggiormente nel cuore degli appassionati è la Parigi-Dakar, si tratta di una delle prove più estenuanti che si possano disputare a bordo di una moto e per questo motivo chi riesce a vincere diventa un eroe per tutti. Sono state diverse le società che vi hanno preso parte e lo ha fatto anche una delle aziende storiche italiane: la Cagiva.

Una delle moto iconiche mai prodotte da questa società è senza ombra di dubbio la Elefant, una realtà che nel 1996 ha potuto prendere parte a questa gara. Sono stati diversi i piloti di successo che hanno potuto rendere gloriosa questa moto, su tutti Cyril Esquirol.

Questa moto ora può essere acquistato e il suo prezzo è davvero molto basso. L’occasione sicuramente permetterà a molti collezionisti di mettere le mani su una delle due ruote più leggendarie che si siano mai viste.

Cagiva Elefant Parigi-Dakar: ecco quanto vale

La moto presenta un telaio completamente in acciaio e al suo interno monta un motore proveniente dalla Ducati, un 900 V-Twin. L’erogazione massima dava modo di toccare gli 80 cavalli, non male per le dure strade del deserto.

Cagiva Parigi Dakar, ora costa pochissimo
Cagiva Parigi Dakar (cars.bonhams – NextMoto)

Tra le altre caratteristiche si può notare come questa moto presentasse un’accensione elettronica e l’ammortizzatore Ohlins. Il serbatoio si trovava anteriormente con la capacità di 22 litri, mentre posteriormente ne conteneva altri 25 litri.

Il peso è di soli 180 kg e nel 1996 vi erano grandissime attese per la Cagiva, dato che con la Elefant nel 1990 aveva vinto la gara. Vi erano in totale dieci Cagiva Elefant e oltre a Equirol vi era anche grande interesse attorno alla prova di Alexander Nifontov.

Purtroppo i due piloti di punta della casa italiana non riuscirono a terminare la gara, con il ritiro che fu una doccia gelata per tutti quanti. La miglior prestazione la fece segnare lo spagnolo Oscar Gallardo con un settimo posto che sicuramente non rispecchiò le attese della vigilia.

Questa moto ora è messa in vendita sul sito cars.bonhams.com e ci sarà un’asta per potersela accaparrare. Il valore stimato dal sito è tra i 7 e gli 11 mila Euro, una vera occasione da cogliere al volo per tutti coloro che amano le moto sportive che hanno fatto la storia, come la Cagiva Elefant. 

Impostazioni privacy