Rossi soddisfatto dei test di Jerez

Valentino Rossi in azione sulla sua Yamaha ufficiale
Il giorno dopo aver chiuso in terza posizione il gran premio di Jerez, Valentino Rossi è finalmente riuscito ad ottenere dalla sua Yamaha quello che voleva. Durante i test il campione in carica è riuscito a migliorare la sua velocità sul giro secco, facendo segnare un tempo migliore rispetto a quello del suo miglior giro in gara e risultando il secondo miglior pilota della sessione dopo Dani Pedrosa.

Rossi, oltre a provare una nuova evoluzione del motore (che dovrebbe garantire una migliore accelerazione) e una nuova gomma anteriore della Bridgestone, si è concentrato sugli assetti da gara riuscendo finalmente a trovare il grip e la stabilità che erano mancati durante il week end spagnolo
 
L’unica nota stonata della giornata è stata la caduta del pilota italiano, che ha perso il controllo dell’anteriore alla curva due: fortunatamente la bassa velocità in quel punto del circuito ha evitato ulteriori danni alla spalla già sofferente del pilota di Tavullia
 
Dal canto suo, Davide Brivio si è mostrato soddisfatto dei test soprattutto per quel che riguarda i miglioramenti del set-up e ha espresso la propria soddisfazione per la nuova gomma anteriore della Bridgestone, definita “molto promettente”. Per quanto riguarda il nuovo motore, Brivio si è mostrato molto più cauto: ha ammesso che probabilmente non lo vedremo presto in gara e che si tratta comunque di un test i cui feedback saranno molto utili alla casa giapponese per prsoseguire lo sviluppo del motore stesso.  
 
Il dato è comunque significativo della fiducia che Yamaha ha nei confronti di Valentino Rossi: dopo due soli gran premi, la casa giapponese ha già messo in cantiere un’evoluzione del motore per venire incontro alle esigenze del pilota, che ne lamentava le scarse performance in confronto a quelle dei motori di Honda HRC e di Ducati Marlboro.