Olio usato in cucina? Arriva una soluzione smart per il riciclaggio nei distributori

Spesso non sappiamo dove smaltire i liquidi come l’olio da cucina. Per fortuna l’ecologia nel mondo è un tema importantissimo e vi sono ottime soluzioni per riciclare con consapevolezza.

Non tutti sanno che l’olio da cucina usato deve essere raffreddato e raccolto separatamente all’interno di taniche o appositi contenitori in plastica. Non va mai gettato nei condotti del lavabo. I recipienti ben chiusi vanno portati ai punti raccolta o nei bidoncini che si trovano nel territorio comunale. Si nascondono fattori fortemente inquinanti per l’ambiente se versati direttamente nel terreno o nelle condutture.

Olio usato in cucina? Arriva una soluzione smart per il riciclaggio nei distributori
Olio – NextMoto.it

La loro combustione incontrollata può generare sostanze tossiche, che finiamo poi col respirare o ingerire. Basta poco affinchè una attenzione produca benefici diretti all’intera economia. Se gettati negli scarichi domestici senza nessun tipo di filtraggio, l’olio utilizzato può determinare la riduzione della quantità di ossigeno a disposizione della flora e della fauna. Effetti devastanti per la natura che poi torneranno a colpire la nostra economia già in sofferenza. Attenzione all’olio anche in sella al vostro bolide. Ecco cosa può succedere.

Determinate sostanze possono essere raccolte, generalmente, presso le isole ecologiche o le ditte specializzate. E’ arrivata una alternativa super valida che consente di facilitare lo smistamento. Il riciclaggio di liquidi come l’olio usato consente di produrre lubrificanti, biodiesel, tensioattivi e saponi. Si può quindi passare da un potenziale rischio per l’ambiente ad un aiuto per la collettività. Per questo motivo, inquinando meno, ci si può sentire meglio.

Olio alimentare usato, decisione geniale in Spagna

D’ora in avanti per ogni litro consegnato ad un distributore di benzina Repsol ti verranno attribuiti 30 centesimi di sconto che accumulerai sulla tua carta Waylet. Un risparmio diretto che vi permetterà di essere anche più attenti all’ambiente. Vi basterà consultare il sito della Repsol per avere una localizzazione delle stazioni di servizio che accettano il riciclaggio dell’olio da cucina usato.

Olio alimentare usato, decisione geniale in Spagna
Olio alimentare usato (Adobe) Nextmoto.it

Sarà possibile accumulare un saldo e quando sarà il momento di pagare il rifornimento del tuo serbatoio di benzina, si potrà spendere il buono accumulato sulla tua carta Waylet. Repsol continuerà ad espandere la sua rete di stazioni di servizio in altre zone del Paese iberico. Vi basterà trasportare l’olio in bottiglie di plastica trasparenti da massimo 5 litri e serrate con un tappo. Vi raccomandiamo di effettuare l’operazione una volta che l’olio si è raffreddato. Il risparmio sarà sensibile e vi ritroverete anche con la coscienza pulita, lasciando un futuro migliore ai vostri figli.

Impostazioni privacy