Novità 2010: Harley Davidson XR 1200 X

Harley Davidson XR 1200 X: la custom europea
Harley Davidson ha presentato nelle scorse settimane le nuove versioni della XR 1200 X, una moto che intende migliorare la combinazione tra l’inconfondibile stile della casa di Milwaukee e le caratteristiche di agilità, eleganza e maneggevolezza tanto apprezzate dal pubblico europeo, a cui la nuova custom è espressamente indirizzata. Per ottenere tutto questo la livrea è ora di un bel nero opaco e la ciclistica è stata ampiamente rivista.

Il motore invece è un classico delle moto custom americane: si tratta di un 4T bicilindrico a V di 45° longitudinale, raffreddato ad aria ed olio e in grado di garantire una potenza massima di 90 CV a 7000 giri/min e una coppia massima di 10,2 kgm a 3700 giri/min. La distribuzione è caratterizzata da un sistema ad aste e bilancieri con due valvole per cilindro; l’iniezione è elettronica sequenziale con corpi farfallati di diametro pari a 50 mm. La trasmissione primaria è a catena, quella finale a cinghia dentata; il cambio è a 5 marce con frizione multidisco in bagno d’olio e comando meccanico. 
 
La nuova ciclistica è caratterizzata da un telaio doppia culla in tubi d’acciaio con sospensioni Showa: all’anteriore è presente una forcella a steli rovesciati con diametro di 43 mm con possibilità di regolare l’idraulica e il precarico della molla; al pesteriore ci sono un forcellone oscillante in alluminio pressofuso e due ammortizzatori pluriregolabili. L’impianto frenante è costituito da componenti Nissin: all’anteriore sono presenti due dischi da 292 mm con pinza a quattro pistoncini, al posteriore un disco da 260 mm e pinza ad un solo pistoncino. 
 
Harley Davidson ha preparato due versioni della nuova XR 1200 X; la versione standard è quella appena descritta, mentre la versione Kit, dedicata ai bikers che non accettano compromessi, presenta uno scarico Termignoni in carbonio, un impianto frenante con componenti Braking e tubi dei freni in treccia, pedane poggiapiedi in stile racing, un codino che rende la moto monoposto e un guscio sottomotore che migliora l’aerodinamica. 
 
Il prezzo della versione base è di 12700 euro a cui bisogna aggiungere 2400 euro (esclusa manodopera) per la versione Kit.