Niente elettrico o benzina, la moto del futuro è questa: la decisione arriva dall’alto

Il futuro del mondo delle moto sta diventando sempre più intrigante e non sarà legato alla benzina o all’elettrico il rinnovamento.

Le due ruote sono in assoluto tra i mezzi maggiormente utilizzati negli ultimi anni, soprattutto in Italia dato che le immatricolazioni non sono mai state così elevate come nel 2023. Questo dimostra come le moto siano ancora un sogno per molti e soprattutto siano viste come un simbolo di libertà per gran parte dei cittadini.

MIT studio moto elettrica benzina idrogeno cambiamento
Moto, niente elettrico o benzina (Canva – nextmoto.it)

Anche questi mezzi devono però far parte del cambiamento e della transizione ecologica che sta colpendo tutti i settori della vita quotidiana, e non solo dell’industria motoristica. Peccato però che al momento le moto a impatto zero non sembrano essere ancora pienamente apprezzate dai biker di tutto il mondo.

La categoria infatti adora la tradizione, motivo per il quale il rombo del motore è una caratteristica essenziale quando si decide di acquistare una due ruote. Ecco dunque come mai si sta puntando ancora moltissimo sulla produzione di moto termiche, per quanto sarà necessario creare delle alternative.

A quanto pare negli Stati Uniti si sta guardando oltre rispetto all’elettrico. Le prestazioni delle moto elettriche infatti sono ancora molto deludenti, ma chi invece sta dando dei segnali più che positivi è l’idrogeno. Questo carburante può essere davvero il futuro della mobilità, con le varie categorie del motorsport che si stanno avvicinando sempre di più a questa nuova realtà e chissà che dagli studi effettuati nel Massachussetts non si possa davvero dare il via alla rivoluzione del mondo delle due ruote.

Moto a idrogeno: ecco gli studi del MIT

Il Massachussetts Institute of Technology ha deciso di dare il via a una serie di esperimenti e di test che riguardano lo sviluppo delle moto a idrogeno. Si tratta infatti di un progetto sperimentale, anche perché questa volta si sta andando in controtendenza rispetto a come le grandi aziende stanno cercando di sviluppare questo sistema.

MIT studio moto elettrica benzina idrogeno cambiamento MIT
Lo studio sulla moto a idrogeno negli USA (MIT Press Media – nextmoto.it)

Tra i colossi che infatti hanno nell’idrogeno uno dei loro principali obiettivi, ci sono Kawasaki, Yamaha e Suzuki, con questi che puntano a usare l’idrogeno come un combustibile. Negli USA invece, l’Università sta studiando un piano innovativo che si basa sullo studio delle celle, con l’intento che è dunque quello di fare in modo che l’idrogeno possa lavorare direttamente sul motore elettrico che poi porterà la potenza alla ruota motrice.

Dunque si tratterebbe di una moto elettrica che però non avrebbe la batteria classica al litio, ma bensì l’idrogeno come metodo per poter renderla maggiormente prestazionale. Si tratterebbe di un sensibile miglioramento per le due ruote elettriche, in quanto garantirebbe per prima cosa una sensibile diminuzione dei prezzi non avendo la batteria e inoltre aumenterebbe sensibilmente la velocità della ricarica, in quanto si dovrebbe solo fare il pieno di idrogeno.

A parlare con grande entusiasmo del progetto è Aditya Mehrotra, a capo dello studio del MIT, con questi che ha spiegato come la speranza sia quella di dare vita a un risultato che permetta di aumentare sensibilmente la richiesta di idrogeno. Il mondo sta cambiando e gli studi sulle nuove tecnologiche ecosostenibili sono appena iniziati e ancora tutti da scoprire.

Impostazioni privacy