Mp3 Hybrid: l’ibrido Piaggio è servito

[galleria id=”785″]Da un anno a questa parte anche il mondo dei motori si è convertito all’ecologia. Complici i provvedimenti internazionali, le case motoristiche hanno puntato sullo sviluppo di modelli ecocompatibili a basse emissioni di CO2,

dando vita per conseguenza ad un trend che ha trovato riscontro nella politica governativa con il varo degli ecoincentivi validi per tutto l’anno 2009. Pertanto in questo clima di rinnovamento, è partita una vera e propria competizione tra le diverse aziende, finalizzata alla produzione di due ruote innovativi ma soprattutto ecologici.
 
A questa gara non poteva non prendere parte anche la Piaggio, che da anni è impegnata nella creazione di prodotti che possano “far saltare il banco”. Nel caso specifico, il frutto dell’assidua sperimentazione è il nuovo Mp3 Hybrid che è stato presentato pochi giorni fa nella inedita cornice di Palazzo Chigi.
 
A far clamore stavolta non sono le inconsuete tre ruote dello scooter, ma la propulsione ibrida del mezzo. Il nuovo Mp3 infatti non presenta solo il motore tradizionale, dal momento che monta anche un motore elettrico che si sposa perfettamente con quello a scoppio garantendo un mix vincente e performante. I due motori infatti sono in grado di offrire un’azione congiunta che consente al mezzo di migliorare le proprie prestazioni dell’85% rispetto a quanto realizzato da un tradizionale Mp3 con propulsione a scoppio.
 
Ma è quando si parla di consumi che il nuovo Mp3 sale in cattedra per dare spettacolo. L’ Mp3 Hybrid infatti è in grado di macinare 60 Km/l (contro i 26 dei concorrenti a benzina) con un tasso di emissione di CO2 pari a 40 g/km rispetto ai tradizionali 90 g immessi dagli scooter ordinari. Tali dati, elaborati dalla Piaggio, sono frutto di un calcolo ottenuto utilizzando la modalità ibrida al 65% e quella elettrica al 35%, e sono utili per rendersi conto dell’assolutà valida del mezzo.
 
Certo, i fuoriclasse hanno un costo. Di conseguenza, chi vorrà garantirsi questo scooter futuristico dovrà sborsare ben 9.000 €, anche se è palese che la soddisfazione sarà certa.
Per chi invece, prima di compiere il grande passo, volesse avere altre info in merito, può recarsi nel sito ufficiale della Piaggio per ottenere tutte le delucidazioni del caso.