Ecoincentivi Governativi 2009 per ciclomotori

Se la crisi non abbraccia il Salone di Parigi, il Governo Italiano decide a favore dei motociclisti grazie agli eco-incentivi governativi 2009 estesi anche ai ciclomotori. Una buona notizia nel settore delle due ruote, eccessivamente messo in ginocchio dal periodo economico poco favorevole.

Abbiamo illustrato più volte gli incentivi governativi 2009 a proposito di motoveicoli: le ultime novità riguardano l’ estensione degli incentivi anche per i ciclomotori, le biciclette e i motoveicoli elettrici.
Un importante passo avanti verso la mobilità ecosostenibile
 
Il Ministero dell’ Ambiente ha messo a disposizione un fondo di 8.750.000 euro: grazie a questo, anche i ciclomotori potranno usufruire degli “sconti governativi”.
 
Gli incentivi verranno erogati per i ciclomotori ad omologazione Euro 2, siano essi a motore termico o elettrico, previa rottamazione di un ciclomotore omologato in classe Euro 0 o Euro
 
Piano degli Eco Incentivi Governativi 2009 per i Ciclomotori, le Biciclette e i Moto Veicoli elettrici.
 
1.
Acquisto di un ciclomotore Euro 2 a 4 tempi
Acquisto di un ciclomotore Euro 2 “low consumption”
Rottamazione: 20 per cento del costo del veicolo fino ad un massimo di 350
Euro
 
2.
Acquisto di un ciclomotore Euro 2 a 2 tempi
Rottamazione: 8 per cento del costo del veicolo fino ad un massimo di 180 euro
 
3.
Acquisto di un motociclo elettrico o di un quadriciclo elettrico
Rottamazione:30 per cento del costo del veicolo fino ad un massimo di 1.300 euro
 
4.
Acquisto di un motociclo Euro 3 ibrido
Rottamazione; 30 per cento del costo del veicolo fino ad un massimo di 950 euro
 
5.
Acquisto di un ciclomotore elettrico
Rottamazione: 30 per cento del costo del veicolo fino ad un massimo di 850 euro
 
6.
Acquisto di un ciclomotore ibrido
Rottamazione:30 per cento del costo del veicolo fino ad un massimo di 600 euro