MotoGP, il team Fiat Yamaha pronto al via

A Losail si accendono i riflettori per la prima gara del campionato MotoGP 2010. I due piloti del Fiat Yamaha Team sono reduci dai recenti test pre-stagionali e sia Valentino Rossi sia Jorge Lorenzo sono determinati ad iniziare la loro stagione in maniera positiva. 
 

Nel 2009 Valentino Rossi ha conquistato il suo nono titolo in carriera e, con 103 vittorie all’attivo, ha ben poco ancora da dimostrare. Nonostante ciò, il trentunenne, dopo 14 stagioni iridate, ha la stessa fame di vittoria di quando si apprestava alla sua prima sfida iridata.

Lorenzo l’anno scorso non ha reso la vita facile al suo ben più esperto compagno di squadra, arrivando a conquistare il secondo posto assoluto, un ottimo risultato alla sua seconda stagione in MotoGP. Quest’inverno ha dovuto interrompere i test dopo una caduta con la moto da cross, in allenamento, che lo ha lasciato con una mano fratturata. Dopo aver saltato la seconda sessione di prove in Malesia, tuttavia, è tornato in sella per quella del Qatar. 
 

Non è ancora al 100% ma è ben avviato nel suo percorso di recupero grazie anche ad un intenso programma di fisioterapia al quale si è sottoposto a Barcellona. Il Qatar fa subito tornare in mente il suo brillante debutto nella categoria, nel 2008, quando è salito sul secondo gradino del podio dopo aver fatto registrare la pole position. Nel 2009 ha chiuso sul podio, al terzo posto, alle spalle del compagno di squadra. 
 

Tornando a Valentino Rossi, per lui sarà un anno importante. “Finalmente siamo al via della stagione e chiaramente siamo molto eccitati. I test invernali sono stati positivi, la nostra nuova M1 va bene, sia Yamaha sia Bridgestone hanno fatto un ottimo lavoro e noi siamo stati molto veloci. 
 

Abbiamo avuto solo sei giorni a disposizione per provare quindi c’è ancora un po’ di lavoro da fare e alcune cose da imparare sulla nuova moto, ma cominciamo la stagione in forma. Quest’anno mi aspetto una grande lotta con diversi piloti, tutti molto forti, speriamo quindi di regalare un grande spettacolo ai nostri tifosi. Recentemente la pista del Qatar non è stata una delle più favorevoli per la nostra moto ma i test sono andati molto bene e spero di continuare sullo stesso livello anche in gara”. 
 

Jorge Lorenzo ha invece affermato di non essere ancora al meglio. “Non sono ancora perfettamente a posto, mi serve più tempo per tornare al 100% ma almeno, in Qatar, potrò correre. Sono felice che stia per iniziare il campionato, è stato un lungo inverno! Sfortunatamente ho avuto dei problemi e mi sono infortunato alla mano, ma sono cose che possono succedere. 
 

Il Qatar è una pista speciale per me, quella dove sono salito per la prima volta sul podio in MotoGP, nel 2008. So che questa volta sarà più dura ma cercherò di stare vicino alla lotta per le posizioni che contano. Spero solo che questa volta non piova”.