MotoGp: i warm up del Mugello

Pedrosa si è confermato il più veloce nel warm up
I warm up del Gran Premio d’ Italia che si sono conclusi da poco hanno in buona parte confermato gli esiti delle qualifiche di ieri, anche se non sono mancate alcune sorprese significative in chiave odierna. 
Nella classe 125, Nico Terol e Pol Espargaró, rispettivamente primo e secondo, sono gli unici due piloti a scendere sotto il muro del 1:50 e si candidano ad essere i due principali antagonisti per la vittoria al Mugello. Dietro di loro continua il dominio spagnolo con Efren Vazquez terzo e Marc Marquez quarto. Nessun italiano è presente nei primi quindici nel warm up mattutino e tutto fa pensare che per i nostri saranno ancora dolori.

In Moto2, lo spagnolo Toni Elias conferma quanto di buono fatto ieri nel finale delle prove e si piazza in seconda posizione precedendo di circa un decimo Thomas Luthi del Interwetten Moriwaki Moto2. Andea Iannone si piazza solo quinto ma il suo distacco dalla vetta è davvero minimo. 
 
Nella classe MotoGP tutto resta invariato con il leader del mondiale Jorge Lorenzo costretto a inseguire Dani Pedrosa, che mostra davvero un passo di gara straordinario, e il solito Casey Stoner che conferma il terzo posto di ieri. Bene gli italiani che guadagnano posizioni con Dovizioso quarto e Capirossi quinto. Nelle prime otto posizioni troviamo anche Colin Edwards, Randy De Puniet e Ben Spies, che si conferma come miglior debuttante nella classe regina al Mugello in attesa della gara odierna, dove si spera che Marco Simoncelli possa mettere ancora una volta la sua Honda davanti alla moto dell’americano e confermarsi quindi come migliore promessa futura.