MotoGP 2011 Laguna Seca: Valentino Rossi, segnali dalla GP 11.1

valentino rossi box laguna

C’è del rammarico, ma anche qualche segnale di speranza nelle parole di Valentino Rossi al termine del MotoGP di Laguna Seca. Il centauro di Tavullia ha chiuso al sesto posto, davanti al compagno di squadra Nicky Hayden con il quale si è anche tolto lo sfizio di duellare nel finale (ha vinto per soli 3 decimi), e crede di aver trovato la via per risolvere gli annosi problemi di assetto della “rossa”.

Per vincere quest’anno “deve nevicare”, ha dichiarato Valentino Rossi al termine del GP degli Stati Uniti, ma se non altro:

sono riuscito ad essere la prima Ducati; in questo momento dobbiamo accontentarci di soddisfazioni di questo genere

Anche se, oltre a questo, il ritorno al box del capo-tecnico Jeremy Burgess ha dato modo al “Dottore” di trovare una medicina: Jerry e Vale si conoscono da una decina d’anni e ormai parlano lo stesso linguaggio; uno è fondamentale per l’altro perché quando il secondo gli riferisce le sensazioni su pista, il primo riesce a tradurle in modifiche indispensabili nella ricerca del giusto setting, tanto che per una volta la Ducati GP 11.1 è riuscita ad essere più performante della GP 11 (questa la scelta di Hayden per il week-end).

Sabato soffrivano davanti e dietro, così nel warm-up Jeremy ha modificato i precarichi alle sospensioni e siamo andati un po’ meglio grazie a un miglior passo. Il nostro problema però è che al centro della curva gli altri vanno 2-3 km/h più veloci di noi mentre io non ho il feeling con l’anteriore e perdo moltissimo dovendo frenare per tenere la moto alla corda

Problema noto, a questo punto tocca ai cercatori di soluzioni: Valentino Rossi non dovrebbe lasciare a fine stagione la Ducati, per una serie di motivi che già abbiamo esplicitato, ed è anche per questo che ostenta tranquillità rispetto alle capacità degli ingegneri di Borgo Panigale chiamati a risolvere il suo problema:

Non credo che riusciremo ad avere qualcosa di nuovo per Brno, in Ducati ci stanno lavorando ma non sarà così facile e veloce