Moto 2: prototipo testato a Jerez

[galleria id=”524″]La nebbia che per mesi ha circondato l’argomento moto 2 sembra pian piano diradarsi, complici le indiscrezioni trapelate e le notizie ufficiali diffuse direttamente dal circus.

Fino a pochi giorni fa infatti vi avevamo esposto le ultime news diffuse grazie ad una gola profonda del settore. Oggi invece vi illustreremo una notizia ufficiale che sembra confermare sempre più le info rese note in precedenza.
 
Giorni fa infatti, nella cornice di Jerez de la Frontera si è svolta un’intensa sessione di prove finalizzata alla verifica delle prestazioni su pista della nuova moto 2. Moto sviluppata peraltro dal team Blu Sens che monta il motore del Cbr 600, che sarà la base di sviluppo per gli altri modelli che concorreranno nel nuovo campionato. Ma questo non è tutto…
 
Altro elemento che rende la notizia ancora più interessante è l’identità del test driver che ha partecipato all’intensa giornata di prove. Tale Mister X è niente popò di meno che Roberto Rolfo, ex pilota del motomondiale ma anche del campionato superbike al momento senza contratto.
 
Il torinese infatti si è cimentato tre giorni fa in una lunga sessione di test, spingendo ai limiti prestazionali il nuovo bolide progettato dal team Blu Sens. I risultati sono stati decisamente convincenti. Rolfo infatti ha provato per 6 ore facendo registrare un giro record pari a 1:44.3 (tempo molto vicino al fastest lap fatto segnare quest’anno in 250 a Jerez).
 
Altrettanto confortanti sono state le parole del pilota stesso, che ha affermato che la moto 2 “sarà veramente una categoria divertente perché la moto è una via di mezzo tra la scorrevolezza della classe 250 e la guida che richiede una quattro tempi”, prefigurando anche ampi margini di miglioramento del prototipo testato (in termini sia di cavalli che di componentistica).