Marco Simoncelli settimo a Silverstone

Marco Simoncelli
Sul circuito di Silverstone Marco Simoncelli ha terminato in settima posizione disputando una bella gara. Il debuttante del team Gresini ha lottato a lungo con Daniel Pedrosa riuscendo a batterlo sul traguardo. 
 

Simoncelli ha così compiuto un altro salto di qualità in questo suo esordio nella MotoGP: dopo poche gare è già ad un buon livello con la sua Honda, anche se vuole di più.

“Sicuramente ho fatto un’altro passo avanti molto importante. E’ stata una bella gara sono partito bene e sono rimasto per molti giri vicino al gruppo che poi ha lottato per il podio. 
 

Insieme a Spies mi ero avvicinato tantissimo poi loro hanno avuto un rendimento costante mentre io negli ultimi giri ho fatto fatica a mantenere il ritmo con le gomme finite. Però è stato bello perchè fino a due giri dal termine li vedevo davanti a me e questo mi ha fatto capire di aver fatto un buon miglioramento. Mi sono divertito molto e spero la prossima volta di arrivare ancora più avanti.” 
 

Fausto Gresini è rimasto impressionato da questa gara di Simoncelli ed è dispiaciuto per la caduta al primo giro di Marco Melandri che non ha conquistato punti. 
 

Simoncelli oggi ha fatto un ottimo passo avanti ed ha disputato una gara molto bella. In parte ce lo aspettavamo perchè già dalle prove avevamo visto che aveva un buon ritmo. E’ la prima gara che fà vicino al gruppo di testa ed è arrivato a vedere gli avversari che vanno sul podio e questo è sicuramente di buon auspicio. 
 

Credo sia stata una bella esperienza importante per la sua crescita. Ha fatto soltanto ancora un pò di fatica col ritmo di gara verso la fine ma con l’esperienza troverà quella confidenza che gli manca per gestire il finale con maggior scioltezza. E’ stata una grande gara un ottimo settimo posto un risultato positivo. 
 

Mi dispiace molto per Melandri per la sua scivolata ma non deve esserci nessun rammarico perchè ha fatto bene a provarci. Chiaramente un caduta al primo giro non ci voleva perchè oggi ha perso una grande opportunità di fare molto bene. Però, ripeto, queste sono le gare e l’importante è provarci, far vedere che ci sei invece di fare una gara anonima nelle retrovie.”