Luca Manca pronto al ritorno

Luca Manca prima dell'incidente
Luca Manca è tornato in sella alla sua moto dopo quasi un anno dal terribile incidente che l’ha visto protagonista, suo malgrado, durante la sesta tappa dell’edizione 2010 della Dakar, corsa che, nonostante l’indubbio fascino, fa anche sempre molto discutere per la sua pericolosità.

Per il suo ritorno Manca ha dichiarato di aver scelto una pista facile per riprendere confidenza con le due ruote in maniera progressiva e senza prendersi troppi rischi. La sua intenzione è comunque quella di ritornare all’attività agonistica nonostante la morte sfiorata: il fatto che ci riesca o meno dovrebbe però dipendere dal parere dei medici, che potrebbero negargli la licenza agonistica, opzione che Manca stesso prende peraltro in considerazione. 
 
Da tutto questo dipende poi un suo futuro ritorno alla Dakar, corsa che continua senz’altro a piacere al centauro visto che, fatto salvo il parere medico, Manca vorrebbe tornarci nel giro di al massimo due anni, se non altro per saldare il suo personale conto con le dune dell’Atacama, che l’hanno visto protagonista anche di un gesto di grande fair play nei confronti di Marc Coma, a cui, nel giorno prima dell’incidente, ha prestato la sua ruota posteriore dato che la sua si era forata proprio mentre il catalano di casa KTM era in testa alla prova
 
Un gesto che avrebbe meritato quanto meno un riconoscimento alla recente edizione dei Caschi d’Oro che ha premiato Max Biaggi quale top rider: tutto questo non c’è stato ed è stato un vero peccato sentire l’intervento di Valentino Rossi (altro pilota sfortunato nel corso del 2010), ricordare la morte di Tomizawa ma non dire neanche una parola di incoraggiamento e sostegno nei confronti di Luca Manca.