La moto che ha ispirato un noto gruppo italiano: era scontato che fosse lei

Ci sono delle moto che sono uno stile di vita e una di queste ha dato vita a uno dei gruppi più famosi e amati in Italia.

Tutti coloro che amano il mondo delle motociclette sanno benissimo che si va a creare un legame unico e indissolubile con la moto. Non è facile infatti spiegare questo amore così incredibile e soprattutto le moto sono un simbolo di libertà come pochi altri al mondo.

Non poteva che essere questa moto
Moto che ha ispirato un gruppo italiano (NextMoto)

Ci sono però alcuni modelli che sono stati in grado di andare ben oltre al semplice amore per la corsa e per la strada. Al giorno d’oggi sono tantissimi coloro che decidono di acquistare una due ruote unicamente per poter sfrecciare al massimo della velocità nelle strade di tutta Europa.

C’è però chi non ha mai avuto intenzione di mettersi all’opera da questo punto di vista. Negli Stati Uniti la moto ha a tutti gli effetti un valore di libertà assoluta, cercando di far valere la volontà di godersi il viaggio e non la destinazione.

Non è un caso infatti che diversi di questi marchi siano stati in grado di imporsi come pochi altri nella storia, in particolare uno. Sono tanti che hanno preso spunto dal mito su due ruote per eccellenza, perché essere harleysti non significa solo avere tra le mani una Harley Davidson.

Significa sposare una filosofia di vita, dare vita a un connubio unico con la moto. Ecco allora come mai la Harley Davidson ha saputo diventare punto di ispirazione anche per uno dei gruppi più famosi in Italia.

883 e Max Pezzali: tutto merito della Harley Davidson

Tutti quanti noi abbiamo cantato almeno una volta nella vita le sensazionali canzoni degli 883, un gruppo che ha fatto la storia della musica italiana. In pochi però si sono soffermati sul perché di quel nome decisamente strano e la motivazione è dettata dall’amore per la Harley Davidson.

Max Pezzali, come sono nati gli 883
Max Pezzali (Ansa – NextMoto)

In particolare la moto che portò questa decisione fu il modello 883 Sportster della Harley Davidson. Fu uno di quelli più rivoluzionari e che permise all’azienda di Milwaukee di rialzare la testa dopo alcuni anni molto complicati.

L’amore di Max Pezzali nei confronti della Harley Davidson risale al 1977, anno in cui si innamorò di un gruppo di biker svedesi che si trovavano nelle montagne della provincia di Brescia, a Edolo. Pezzali vide questi motociclisti a bordo di FXR, Super Glide e Low Rider, quella che rubò il cuore del cantante.

Pezzali da quel momento capì che quella motocicletta gli avrebbe per sempre cambiato la vita, con quello stile e quella capacità unica nel suo genere di aggregare l’amore e la passione dei biker. La Harley Davidson dunque ha dato vita a un modello che ha saputo far battere il cuore di Max Pezzali ed è grazie a essa che sono nati gli 883.

“Un giorno così” è una delle più belle canzoni del gruppo e parla proprio di un viaggio in moto. Una giornata semplice, un comodo viaggio in strada sulla propria Harley che permette di dimenticare i giorni bui e godersi un momento magico.

Impostazioni privacy