KTM, clamoroso ritorno all’orizzonte: fan con il fiato sospeso

Le indiscrezioni dei mesi scorsi sono state confermate: KTM è pronta a presentare un modello iconico ma completamente rivisitato

Una battaglia che si gioca su più tavoli, quella delle Case che partecipano al Motomondiale. Da una parte c’è l’eccellenza in pista, rappresentata dalla MotoGP e dalla Superbike. Dall’altra però c’è anche il pubblico e KTM è pronta a fare un regalo speciale ai suoi fan.

KTM, clamoroso ritorno all'orizzonte - NextMoto.it
KTM, clamoroso ritorno all’orizzonte – NextMoto.it

Da mesi infatti si rincorrono voci di un ritorno importante nel pacchetto delle proposte commerciali del costruttore austriaco e adesso è arrivata la conferma. Nelle prossime settimane sarà infatti svelata pubblicamente la nuova KTM Smt, erede di un modello che nella prima decade di questo secolo è andato molto forte.

La sigla Smt sta per SuperMotoTouring, una via di mezzo tra fuoristrada e ‘naked’ che strizza l’occhio anche agli amanti dell’enduro. Ne sapremo di più il 24 aprile 2023, giorno in cui potremo conoscere tutti i dettagli ufficiali. Per il momento ci dobbiamo accontentare dei teaser che sono apparsi sul web e che hanno già stuzzicato la fantasia degli appassionati.

KTM, clamoroso ritorno all’orizzonte: un modello che ha avuto molta fortuna

In base alle prime indiscrezioni, cosa ci dobbiamo aspettare dal ritorno della KTM Smt? La base del telaio dovrebbe essere simile a quella della 890 Adventure, ma non necessariamente ne erediterà anche il motore. La scelta infatti ricadrà tra l’890 da 121 Cv di potenza massima che spinge già la 890 Duke R e il 990 bicilindrico che sarà montato sulla prossima regina di Supersportive.

Cosa aveva di particolare la precedente generazione della Smt? Una perfetta guidabilità e una comodità accertata anche sui percorsi lunghi ma anche accidentati. Aveva una potenza massima pari a 116 Cv e raggiungeva una velocità di poco superiore ai 220 km/h e il motore era collegato ad un cambio a sei tempi con trasmissione. Inoltre la ruota anteriore era da 160 mm mentre quella posteriore era da 180 mm.

Si adattava benissimo a percorsi ad alta velocità, con una ciclistica molto confortevole perché anche sulla lunga percorrenza non affaticava il guidatore. Merito anche del suo peso appena sotto i 200 kg, per un serbatoio di 19 litri.

Il vecchio modello della KTM Smt - NextMoto.it
Il vecchio modello della KTM Smt – NextMoto.it

Come sarà invece il nuovo modello? Le linee potrebbero richiamare la 890 Adventure del 2023, con ruote da 17” sia all’anteriore che al posteriore. Il resto comunque lo vedremo presto e sarà davvero una grande sorpresa.

Non solo Stm, nel futuro di KTM c’è anche una nuova Duke: ecco quello che sappiamo

Non è però solo questo il regalo di Ktm per i suoi clienti. In rampa di lancio c’è anche la nuova 990 Duke, che è già stata avvistata mentre effettuava alcuni test di collaudo su strada in Spagna. Non è chiaro se sarà disponibile nel 2023 o nel 2024, ma sicuramente rispetterà le nuove normative sulle Euro5+.

Dovrebbe montare un propulsore che è naturale evoluzione dell’LC8c portato però ad una potenza di 990 cc. Dalle immagini che sono circolate fino ad oggi in rete appare anche un nuovo scarico e un forcellone rimodulato. Inedite sono anche le linee della carena e ci saranno elementi nuovi che piaceranno molto.

Tra gli altri particolari, sono stati ridisegnati la coda e la sella, così come inedito è il fanale con due luci sovrapposte e le pinze freno prodotte direttamente da KTM. Intanto però godiamoci il primo teaser ufficiale della KTM Stm.