Jonathan Rea è tornato alla vittoria

[galleria id=”1801″]Da Assen che Jonathan Rea non riusciva a vincere. A Brno il giovane nordirlandese del Team Hannspree Honda Ten Kate è riuscito di nuovo nell’impresa, portando a casa la vittoria in gara 1 e un ottimo secondo posto nella manche del pomeriggio. 
 

Una prestazione importante per il talento britannico, che nelle ultime tappe aveva dovuto fare i conti con la sfortuna e con qualche infortunio di troppo con la sua Honda.

Jonathan Rea ha commentato così le due prove di Brno. “Gara 1 è stata grande ho voluto dedicare la vittoria al mio team manager, Ronald Ten Kate, che non è potuto venire a Brno perché suo padre è molto malato. 
 

Vincere di nuovo è stata una bella sensazione. Gara 2? Complimenti a Max, che ha guidato davvero bene. Ho provato a lottare con lui ma la gomma non mi dava la stessa fiducia della gara della mattina. 
 

Lui aveva un po’ più di “benzina” nel serbatoio e alla fine è stato più veloce di me in gara 1 di quatto secondi. Ha fatto la differenza dal quinto all’undicesimo giro e poi ha controllato il vantaggio fino alla fine e durante la gara continuavo a pensare che stava cercando di darmi una lezione… 
 

La nostra Honda CBR 1000RR è difficile da mettere a punto ma questo fine settimana tutto è andato per il meglio. Quando le cose vanno male è difficile spiegare cosa passa per la testa e dopo qualche gara corsa al di sotto del nostro potenziale siamo stati in grado di rialzare la testa e di tornare a vincere. 
 

Abbiamo cambiato il modo di comunicare tra di noi per risolvere quei piccoli problemi che abbiamo avuto all’interno del box. Nel mio team ci sono tecnici chiave per ogni area di competenza e stiamo cercando di creare una struttura ben definita, ovvero tre ragazzi che hanno a che fare con me quando scendo in pista più il responsabile dei pneumatici Pirelli“.