International Six Days Enduro: i video delle cinque tappe

L’International Six Days Enduro è passato quasi del tutto sotto silenzio vuoi per la quasi concomitanza con il Salone del Ciclo e del Motociclo che ha assorbito in toto le nostre attenzioni, vuoi per il tam tam mediatico che il debutto di Valentino Rossi sulla Ducati ha creato. In ogni caso, l’ISDE 2010 del quale oggi vi proponiamo i video, come ogni anno dal 1913 cioè da quando questa manifestazione è stata proposta per la prima volta, è uno spettacolo nello spettacolo. Le nazionali di enduro vi partecipano schierando sei piloti per squadra che corrono sia per agguantare la vittoria personale, sia per raggiungere il titolo riservato alla nazione.

 

 
Sei giorni, insomma, nei quali l’impegno psico-fisico del pilota è portato all’estremo. L’ISDE 2010 è stato disputato dall’1 al 5 novembre in Messico, nello Stato di Michoacan.
 
Ai tradizionali sei giorni di gara hanno levato una tappa, l’ultima. Purtroppo le vicende di un paese il cui tessuto sociale è ferito dagli episodi criminali legati al narcotraffico hanno finito per influenzare anche lo sport. I piloti impegnati nella competizione, infatti, non erano più in grado di disputare l’ultima manche in sicurezza. La polizia ha gettato la spugna, impossibile contenere eventuali episodi criminali fuori dai campi di gara: tutti a casa.

 

 
Quest’anno le nazioni che si sono iscritte alla gara sono state trenta. Le classi ammesse alle competizioni sono le seguenti:
Enduro 1: da 100cc sino a 125cc 2-tempi e da 175cc sino a 250cc 4-tempi;
Enduro 2: da 175cc sino a 250cc 2-tempi e da 290cc sino a 450cc 4-tempi;
Enduro 3: da 290cc sino a 500cc 2-tempi e da 475cc sino a 650cc 4-tempi.

 
Dal 2007 la competizione è aperta anche alle donne che possono partecipare, così come per la classe Junior Trophy, con massimo tre concorrenti.

 

 
Terminato questo cappello introduttivo, i risultati conseguiti dai piloti al termine del quinto giorno sono serviti per omologare come definitive le diverse graduatorie di gara. Ecco come è andata: titolo alla Francia davanti all’Italia e alla Finlandia. Tra i piloti Aubert (Francia, E2), ha preceduto Meo (Francia, E1) e Remes (Finlandia, E1). Tra i piloti italiani, Alex Salvini (E1, Husqvarna CH Racing) è giunto quarto, Simone Luca Albergoni (E3, Ktm Enduro Factory) decimo, Thomas Oldrati (E2, Ktm Enduro Factory) undicesimo, Manuel Monni (E2, Yamaha 3C) dodicesimo, Alessandro Botturi (E3, Husaberg Iron racing Team) quindicesimo e Belometti (Ktm Farioli) sedicesimo.

 

 
il Trofeo Junior è stato vinto dalla Spagna, seguita dalla Svezia e dagli USA. Nella classifica femminile ha vinto Blandine Dufrene (Gas Gas), seguita da Audrey Rossat (Gas Gas) e Ludivine Puy (Gas Gas).