Honda RC213V, scheda tecnica e caratteristiche della moto presente alla MotoGp 2012

[galleria id=”2137″]

Honda RC213V 2012 si appresta ad affrontare il MotoGP con un design rinnovato ma, soprattutto, con innovazioni tecniche che la portano ad un livello superiore rispetto al modello della passata stagione. Molto dell’impegno dei tecnici Honda si è concentrato sullo spostamento delle masse al centro, in modo da ottenere una moto più bilanciata e reattiva.

Durante i passaggi in pista, è fondamentale che la moto sia in grado di offrire il massimo della maneggevolezza senza compromettere le prestazioni. Per questo si è lavorato anche nel rendere minima la tendenza all’impennata e a favorire l’agilità.

Telaio
Honda RC213V 2012 vede protagonista un telaio modificato per quel che riguarda la sua rigidità. L’obiettivo è quello di trovare il punto di incontro tra la capacità di frenata e il corretto assetto in curva. Il telaio doppia trave in alluminio è caratterizzato da un peso particolarmente ridotto ma, nello stesso tempo, mette sul piatto la giusta rigidità che devono supportare una potenza che supera i 230 CV.

Aerodinamica
Quando si tratta di gare su pista, non è possibile trascurare l’aerodinamicità. La carena in fibra di carbonio svolge un ruolo importante per l’aerodinamica della RC213V. Leggera e versatile, permette alla RC213V 2012 di raggiungere il massimo delle prestazioni in combinazione con gli altri elementi.

Motore
Come per la RC212V 2011, per la RC213V è stato adottato un motore 4 cilindri a V, 1.000 di cilindrata, veloce, concreto e soprattutto affidabile, caratteristica fondamentale per affrontare una stagione di 18 gare con soli 6 propulsori. Il motore è più leggero e la frizione è stata ridotta per esaltarne l’agilità in ogni regime. Rispetto alla RC212V, dopo aver effettuato un test di affidabilità di 2.000 km, i tecnici Honda hanno migliorato il consumo di carburante, ottenendo maggiore potenza.

Sospensioni
Honda RC213V 2012 è equipaggiata con sospensioni Ohlins anteriori e posteriori, componenti ideali per il collegamento tra ruote e telaio. Il lavoro delle sospensioni è mantenere la gomma in contatto con l’asfalto e produrre il massimo grip. Per questo si è scelto un brand di primo livello.

Freni
Ottimo l’impianto frenante anteriore Brembo in carbonio soprattutto se si considera che la temperatura ottimale per il funzionamento dei freni in carbonio è intorno ai 400 gradi. Qualora ci si trovi ad affrontare la pista bagnata, la RC213V verrà dotata di freni posteriori e anteriori in acciaio forniti da Yutaka.

Gomme
Ricordiamo che Bridgestone è fornitore unico delle gomme della classe MotoGP. Durante il campionato, ogni pilota ha a disposizione un massimo di 19 pneumatici slick a Gran Premio e 8 coperture da bagnato, 10 se ogni sessione si è svolta sul bagnato. Per ciascun fine settimana di gara, le gomme slick sono disponibili in due mescole differenti, mentre la copertura rain è di un solo tipo. Per la Honda RC213V 2012, le dimensioni delle gomme sono 125/60R16.5 all’anteriore e 190/65R16.5 al posteriore.

Scheda tecnica
Di seguito, le principali caratteristiche tecniche della RC213V 2012:

Lunghezza totale (mm) 2,052
Larghezza totale (mm) 645
Altezza totale (mm) 1,110
Interasse (mm) 1,435
Altezza minima da terra 115
Peso (kg) As per FIM regulations
Motore 4 tempi, V4, a raffreddamento liquido, distribuzione DOHC a doppio albero a camme in testa, 16 valvole
Cilindrata 1000
Potenza massima oltre 170 kW
Telaio doppia trave in alluminio
Ruota anteriore (pollici): 16.5
Ruota posteriore (pollici): 16.5
Sospensione anteriore: Forcella telescopica
Sospensione posteriore: Pro-link
Capacità Serbatoio (litri): 21