Hayden insoddisfatto di Jerez

Nicky Hayden a colloquio con i suoi tecnici nei momenti prima della partenza.
Nonostante il quarto posto conquistato al Gran Premio di Jerez, Nicky Hayden non nasconde la sua delusione per la gara, non tanto per il risultato quanto piuttosto per le potenzialità che la Ducati GP10 non è riuscita ad esprimere nel circuito spagnolo, storicamente non proprio adatto alle caratteristiche delle moto di Borgo Panigale.

Per la verità si tratta di uno dei migliori risultati conquistati dal pilota da quando si è unito al team italiano ed inoltre per la prima volta Casey Stoner ha fatto peggio del proprio compagno di squadra, ma tutto ciò non basta certo al campione del mondo 2006 e ancora meno al team Marlboro Ducati.
Hayden ammette che il quarto posto non è certo un disastro ma si concentra soprattutto sul fatto che si aspettava di trovare una messa a punto migliore per la gara e di essere molto più vicino ai primi tre per poter lottare con loro nel finale. Per quanto riguarda il duello in famiglia con Stoner, l’americano non sembra dargli troppa importanza e si limita a sottolinearne la correttezza mettendo in evidenza che alla fine ciò che per lui conta è mettere la sua Ducati davanti a tutti e non solo davanti al proprio compagno di team. Comunque sembra che quest’anno Hayden sia molto più a suo agio con la nuova moto e dimostri per lo meno una maggiore concretezza rispetto al suo compagno di squadra anche se forse è troppo presto per dare un giudizio definitivo. 
 
Alla luce delle stagioni precedenti Casey Stoner rimane ancora il pilota di punta di casa Ducati; sarebbe comunque interessante vedere la reazione psicologica dell’australiano qualora le gerarchie dovessero mutare, tenendo conto anche dei problemi che lo hanno costretto a saltare gran parte della scorsa stagione.