È ufficiale, uno dei centauri più vincenti di sempre dice addio: si chiude un’era

Una notizia davvero clamorosa scuote il mondo delle due ruote, con un grande campione che ora ha preso una decisione.

Lo sport è fatto di campioni che vanno e vengono, ma anche di cambiamenti repentini di casacca, che portano gli atleti ed, in questo caso, i piloti, a legarsi a nuove realtà. In queste ore è arrivata una notizia che riguarda una leggenda della Superbike, che recentemente ha vinto di tutto e di più.

Moto che notizia
Moto il campione cambia tutto (ANSA) – Nextmoto.it

Il campionato dedicato alle derivate di serie vive sotto il dominio di Alvaro Bautista con la Ducati, che dal prossimo anno, come vedremo, avrà un nuovo compagno di squadra. A questo punto, andiamo a vedere qual è la grande notizia del giorno, che può cambiare davvero tutto in chiave futura.

Superbike, Jonathan Rea ha lasciato la Kawasaki

Si parlava di questa possibilità da qualche mese, ma ora la notizia è ufficiale: Jonathan Rea ha deciso di lasciare la Kawasaki, il marchio con cui ha dominato per anni la Superbike, portando di fatto al termine un’era delle derivate di serie. Tuttavia, non si tratta di certo di un ritiro, dal momento che il rider anglosassone proseguirà la sua avventura.

Jonathan Rea addio alla Kawasaki
Jonathan Rea in azione (ANSA) – Nextmoto.it

Rea ha infatti firmato con la Yamaha, dove andrà a rimpiazzare Toprak Razgatlioglu, partito in direzione BMW in chiave 2024. Dunque, il mercato della Superbike inizia a prendere forma, con Rea che segnerà una nuova fase della sua carriera. Con la casa giappnese, Jonathan aveva iniziato a gareggiare nel 2015, dimostrandosi imbattibile sin da subito.

Rea si impose subito vincendo il primo mondiale al debutto sulla verdona, per poi ripetersi ben cinque volte sino al 2020, arrivando ad un totale di sei mondiali. Il rider nordirlandese sembrava imbattibile, ma in seguito il suo dominio ha iniziato a scricchiolare, a seguito di un calo della Kawasaki.

Nel 2021, dopo un intenso duello, si è dovuto arrendere proprio a Toprak, che ha riportato il titolo alla Yamaha. Lo scorso anno, invece, il sei volte campione del mondo non è mai stato troppo della partita, chiudendo terzo nel mondiale dominato dalla Ducati di Alvaro Bautista.

Il 2023 sarebbe dovuto essere l’anno del riscatto, ma in realtà è diventato quello del crollo definitivo. La Kawasaki è troppo lontana da Ducati e Yamaha, e la prima parte di stagione è stato una sofferenza. La leggenda della Superbike ha fatto un vero e proprio miracolo in Repubblica Ceca, vincendo Gara 1 a Most.

Un cambio di squadra può significare nuove motivazioni, anche se battere la Ducati sarà un’impresa storica. La casa di Borgo Panigale, in queste ultime ore, ha annunciato una grande novità in chiave 2024, con Michael Ruben Rinaldi, molto deludente in questo biennio, che non sarà più il compagno di squadra di Bautista.

Sulla seconda Ducati ufficiale arriverà Nicolò Bulega, ovvero il leader del mondiale Supersport, avviato verso la conquista del titolo mondiale. A questo punto, la griglia del prossimo anno inizia a prendere forma, nella speranza di avere un campionato che possa essere più combattuto rispetto a quello che stiamo vivendo ora.

Impostazioni privacy