Ducati, gli italiani festeggiano: arriva la svolta a Borgo Panigale

Per chi lavora in Ducati o aspira ad entrare nell’azienda di Borgo Panigale ci sono ottime notizie. Ecco tutti i dettagli.

La Ducati è una delle aziende italiane più in forma del momento tra quelle che si occupano dell’ambito motoristico, sia sul fronte del motorsport che del prodotto. La conferma ci arriva dal dominio tecnico imposto in MotoGP, ma anche dal fatturato che nel 2023 ha superato di nuovo il miliardo di euro. Inoltre, la casa di Borgo Panigale, lo scorso anno, ha raggiunto il terzo miglior risultato di sempre per quanto riguarda il numero di moto vendute.

Ducati lavoro premi
Ducati grandi possibilità (Adobe Stock) – Nextmoto.it

Con una situazione così florida, la Ducati ha deciso di pensare ai propri dipendenti, ma anche di aprirsi a nuove assunzioni. Nelle prossime righe, entreremo nel dettagli di quello che è un momento davvero eccellente per la casa di Borgo Panigale, ed anche chi lavora in azienda o ha l’ambizione di farlo può davvero sorridere.

Ducati, quanti premi per i dipendenti

Secondo quanto riportato da “Repubblica“, la Ducati avrebbe approvato un investimento da 500 milioni di euro, con ben 328 assunzioni e nuovi premi economici previsti. Inoltre, si è pensato anche alla possibilità di uno smart working senza limiti prefissati, una serie di notizie davvero di alto livello per questa azienda.

Ducati premi dipendenti
Ducati grande annuncio (Ducati) – Nextmoto.it

Inoltre, sono previsti maggiori permessi per la cura dei familiari, oltre che per gli animali da compagnia. Il confronto tra la casa di Borgo Panigale ed i sindacati su questi temi durava da un anno e mezzo, ma ormai si è giunti ad un’ipotesi di accordo che riguarda il contratto integrativo, riguardante il periodo 2023-2026.

La Ducati, dunque, apre a nuovi posti di lavoro, ma anche a possibilità maggiori per chi è in azienda da tanto tempo. Questo nuovo accordo lascia presagire all’ingresso in una nuova era per il brand emiliano, che vuole salvaguardare anche il benessere e la vita privata di chi lavora. Vedremo quando questa novità entrerà, a tutti gli effetti, in circolazione, ma ormai il via libera è stato dato, e c’è grande fiducia nel fatto che tutto si concretizzi presto.

Impostazioni privacy