Denning sospeso tra fiducia e pessimismo

Paul Denning è il team manager del team Rizla Suzuki
Paul Denning, team manager del team Rizla Suzuki, si dice tranquillo in vista del Gran Premio di Francia, ma poi ammette che l’inizio di stagione non è stato certo ideale. I test di Jerez hanno però consentito al team di provare un telaio nuovo che sembra dare buoni risultati, ma che non verrà utilizzato a Le Mans perché, secondo Capirossi e Bautista, comprometterebbe la stabilità della moto, fondamentale sul circuito francese.

A questo proposito, Denning ha fatto notare che non si tratta affatto di una contraddizione perché il telaio è uno dei pochi elementi su cui si possa intervenire anche in maniera notevole, dato che è molto difficile migliorare i motori per la regola che ne limita a sei gli esemplari disponibili: quindi gli sviluppi di Jerez, anche se inutili sulla pista francese, caratterizzata da rettilinei non troppo lunghi e da poco grip, torneranno sicuramente buoni in futuro. 
 
Per quanto riguarda la situazione piloti, il manager si è mostrato più fiducioso, mostrando di gradire soprattutto il clima che si è instaurato nel team, con l’esperto Capirossi che fa da guida al giovane spagnolo, il quale si sente a sua volta confortato e incoraggiato dal fatto che i loro feedback molto spesso coincidano. 
 
Infine il capo di Rizla ha lanciato una stoccata a quanti sostengono che Suzuki senta la mancanza di un team satellite, che potrebbe essere utile per avere maggiori dati e informazioni a disposizione per lo sviluppo della moto: Denning ha detto francamente che questo non rientra nelle attuali politiche Suzuki e di essere quindi concentrato per portare il più in alto possibile il team ufficiale.