Chi si occupa dei motori dell’Aprilia? E’ un colosso delle due ruote

L’Aprilia è tra le case produttrici più importanti al mondo. Nel corso della sua storia ha realizzato autentici capolavori. Ecco chi fabbrica i motori dei bolidi della Casa di Noale.

L’Aprilia è nata nel 1945 a Noale e dal dicembre 2004 rientra nel Gruppo Piaggio. Il segreto dei mezzi creati in Veneto risiede nel know-how acquisito in anni vittoriosi in pista. Il produttore detiene 54 titoli mondiali, celebrati nei vari campionati e con 294 Gran Premi conquistati nel Motomondiale è primo tra i costruttori europei in termini di vittorie assolute.

Chi si occupa dei motori dell’Aprilia?
I motori delle Aprilia – nextmoto.it

Sebbene ora sia la Ducati sulla bocca di tutti, c’è stata un’epoca in cui l’Aprilia era un punto di riferimento assoluto, sia nel Motomondiale che nella produzione di moto. Nel mondiale Superbike, inoltre, la casa di Noale ha celebrato 52 vittorie e 172 podi, oltre a 8 vittorie nella Superstock 1000 FIM Cup. Sul finire degli anni ’90 tutti i ragazzi volevano una Aprilia per emulare le vittorie di Max Biaggi e Valentino Rossi.

Le origini di Aprilia, come accennato, risalgono all’immediato dopoguerra. Il Cavaliere Alberto Beggio costruì una factory per la produzione di biciclette. Il figlio di Alberto, Ivano Beggio, prese le redini della piccola azienda nel 1968 ed elaborò la prima moto Aprilia, un cinquantino color oro e azzurro. Con gli anni arrivarono anche i primi scooter di alta qualità e ciclomotori da cross. Nel 1975 venne svelata la prima Aprilia da competizione con l’obiettivo di fare la storia. Per gli appassionati di modelli fuoristradistici fu un successo clamoroso.

La storia motoristica dell’Aprilia

Dopo i primi riconoscimenti iridati scoppiarono le vendite a dei livelli inimmaginabili. I fatturati esplosero e l’Aprilia divenne un mito. Negli anni ’90 arrivò la Pegaso, la moto che ha rivoluzionato il settore con una ciclistica di derivazione off-road. Poi la RS, la RX, la Tuono e tante altre moto hanno scritto pagine ineludibili dell’industria delle due ruote italiane.

La storia motoristica dell’Aprilia
Aprilia in MotoGP (Ansa) nextmoto.it

Nel dicembre 2004 Piaggio ha acquisito i marchi motociclistici Aprilia e Moto Guzzi. A Noale è iniziato un nuovo capitolo di storia. L’Aprilia si è collocata tra le case più vincenti di sempre. Integrata nella società madre Piaggio, dal 1º gennaio del 2009 è divenuta una realtà societaria indipendente anche se facente parte sempre del Gruppo Piaggio. Oggi il brand sta tornando in auge con un listino molto ampio e un programma che sta dando i suoi frutti nel motociclismo. Il Made In Italy è portato avanti con orgoglio dagli uomini di Noale anche in top class.

Impostazioni privacy